Stefano Tira (Autofficina Tira):
"Il 2021, il nostro anno migliore"

Mi manda della documentazione sperando, il messaggio è chiaro, che supplisca all'intervista. Stefano Tira ha poco tempo, ma quando lo raggiungo al telefono per le inevitabili integrazioni si rivela disponibilissimo. E ti spieghi perché quando gli chiedo che cosa porti i clienti in Officina Tira Pietro a Brescia risponda "ci siamo da 60 anni, il servizio è riconosciuto".

Riavvolgiamo il nastro?
L'officina Tira Pietro, oggi di Tira Stefano e C., nasce nel 1961 su iniziativa di mio padre; si occupa prevalentemente di soccorso stradale pesante e riparazione e manutenzione di veicoli industriali. La sede è quella delle origini, in via Orzinuovi a Brescia, strategicamente vicina agli ingressi delle autostrade e delle tangenziali e da subito molto ampia: 1.250 metri quadrati di superficie coperta e con un piazzale di tremila.
Io ho 60 anni, non saprei dire che cosa sognassi di fare da ragazzino: in famiglia si parlava solo di officina, la mia è una passione... indotta. I miei figli? Il maschio si è appena laureato e  spero che prossimamente venga ad aiutarci; e poi ho una figlia in quinta liceo, per lei è presto.

Papà c'è ancora?
È mancato 8 mesi fa a 91 anni, ma fino agli 85 anni era in officina, anche se lo 'scettro' l'ha ceduto nel 1992, anno fino al quale sono stato un dipendente.
Oggi mi occupo principalmente della gestione mentre il mio socio, Adriano Plebani, cura l'organizzazione dell'officina. Abbiamo una quindicina di dipendenti suddivisi nei vari reparti.

Per quale offerta di servizi?
Negli anni l'officina si è costantemente aggiornata; oggi, grazie alle più moderne attrezzature, anche diagnostiche, può offrire alla clientela un servizio a 360 gradi per la riparazione di tutta la gamma dei veicoli industriali.
Da sempre dedichiamo particolare attenzione al soccorso stradale pesante: nel 1961 avevamo un solo veicolo, oggi gli automezzi sono 15 con personale altamente qualificato per una copertura 7 giorni su 7 H24 sia in ambito autostradale che in viabilità ordinaria per ogni necessità, dal depannage al traino, al recupero fuori strada di qualsiasi tipo di veicolo. Siamo partner storici, da quando l'officina è stata fondata, di Aci Global Servizi, con ottimi risultati sia per quanto riguarda la sede di Brescia sia l'unita locale di Desenzano del Garda.
Un'altra proposta è quella del noleggio a caldo di autogrù, con attrezzature di diverse caratteristiche per andare meglio incontro alle esigenze della clientela.

E poi c'è il reparto di impianti sterzanti...
Che è in grado di revisionare idroguide e servosterzi di tutte le marche, con un vasto assortimento di gruppi di rotazione; abbiamo committenti da tutta Italia, le spedizioni sono quotidiane. È un reparto che ho aggiunto come servizio complementare alla riparazione prima di diventare un autorizzato IVECO; nel tempo si è sviluppato al punto da contare su personale dedicato, ultraspecializzato e non intercambiabile con quello di officina.

A proposito di IVECO, è un altro sodalizio storico?
Siamo autorizzati IVECO dal 1998, quindi l'officina è in grado di eseguire lavorazioni in garanzia e sotto contratto di manutenzione previste da casa madre, utilizzando esclusivamente ricambi originali. Quest'anno 'Tira Pietro' è stata anche nominata 'OFFICINA FIRST CLASS' per la qualità e l'eccellenza del servizio prestato nel corso del 2021.
Fino al 1998 eravamo multimarca, ma era sempre più evidente che i clienti non identificavano nell'officina un riparatore di qualità. Quindi ho scelto un marchio, IVECO, in modo che il servizio di soccorso stradale potesse concludersi con la riparazione del mezzo nella nostra officina. Dai primi anni 2000 è stato un vero boom, gli ingressi sono aumentati sensibilmente. IVECO incide, su un'attività che è soprattutto di manutenzione, per il 60 per cento. Il restante è multimarca, anche rimorchi. Ed è qui che entra in gioco DOC.

Clienti da molto?
Da una ventina di anni. Sebbene siamo in città e vicini alle concessionarie, DOC è servizio. Faccio l'ordine - si alza ancora il telefono perché con il pesante sono tante le varianti - e il consorzio consegna, anche due volte al giorno se necessario.

Montate solo originale?
Non prendiamo niente in aftermarket. Per i veicoli più vecchi, che magari hanno già una decina d'anni e quindi si cerca di risparmiare, si va sulle linee più economiche ma sempre di casa madre. IVECO, per esempio, ha NEXPRO.

Come avete attraversato la pandemia?
Il 2021 ha 'riparato' i danni del 2020, è stato il migliore anno nella storia dell'officina. E in questo 2022 stiamo continuando sulla stessa linea. Quella su gomma è la modalità di trasporto più utilizzata, è un settore che non si è mai davvero fermato; dall'alimentare fino al movimento terra c'è sempre bisogno di assistenza.

E Officina Tira Pietro di Tira Stefano e C. è punto di riferimento...
Siamo anche certificati UNI EN ISO 9001:2015, la certificazione è indice di serietà; ci siamo da 60 anni, il servizio è riconosciuto.
Sull'ordinario lavoriamo parecchio con i transitari, quindi autostrada A4, A35, A21; tanti clienti ci conoscono per il soccorso e poi tornano a trovarci. Non abbiamo mezzi sostitutivi perché il transitaro ha sempre la priorità, va rimesso sulla strada prima possibile.

  • MobilitAria 2022, così così
    5 ottobre 2022 - Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Reggio Calabria, Torino, Venezia. Sono le 14 città metropolitane italiane per le quali sono stati analizzati i dati della mobilità e della qualità dell'aria al 2021 nell'ambito della Campagna europea Clean Cities. I risultati sono confluiti nel rapporto...

  • Auto d’epoca da Padova a Bologna
    3 ottobre 2022 - Dal prossimo anno il Salone classic Auto e Moto d'epoca, rinomata mostra mercato europea del settore, si trasferirà da Padova a Bologna. Nel luglio scorso Padova Hall, la società che controlla Fiera di Padova, ha ceduto la manifestazione a BolognaFiere: così a ottobre 2023 la 40esima edizione del Salone si svolgerà sotto le Due Torri...

  • Altro che schiavi dell'auto!
    30 settembre 2022 - È noto che l'Italia, nel confronto con Regno Unito, Spagna, Francia e Germania, vanta due primati poco invidiabili: il tasso di motorizzazione più elevato (642 auto per 1.000 abitanti contro la media di 553 degli altri Major Markets), e il circolante più anziano (12,2 anni, seconda solo alla Spagna). Gli italiani, con più di un'auto in famiglia, 'usano...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK