Domenico Di Benedetto (Silver Car),
“Io con la qualità sono un po’ fissato"

"Sa la soddisfazione di avere clienti che tornano a distanza di un anno per dirmi quanto sono contenti del lavoro?". In Silver Car a Brescia "ci teniamo a fare le macchine come si deve, io sono un po' fissato con la qualità". Lui è Domenico Di Benedetto, dal 2016 titolare di quella stessa carrozzeria dov'è entrato appena quattordicenne.

Ne sono cambiate di cose, da allora...
Silver Car è stata fondata nel 1980 e io ho iniziato ragazzino, ancora nella vecchia sede. Quando hanno deciso di lasciare, i titolari mi hanno proposto di rilevare la carrozzeria e dal 2016 sono titolare unico. Mi hanno 'accompagnato' per un anno, soprattutto per la parte amministrativa, poi ho capito che potevo camminare da solo, mi sono fatto coraggio e mi sono buttato. Avevo tre colleghi, oggi lavoriamo in otto. Nella struttura di Via Canneto siamo dagli anni 90, mille metri quadrati coperti in cui nel tempo ho sostituito il forno con uno di ultima generazione e ho rinnovato completamente la zona di lucidatura - facciamo finiture con le nanotecnologie - e consegna.
Bisogna sempre cercare di migliorarsi, tenersi aggiornati. La nostra è una carrozzeria di medio-alto livello, ci teniamo a fare le macchine come si deve, per me per primo la macchina deve uscire proprio bene. Sono cresciuto in un ambiente che ha puntato da subito sulla qualità.

Una politica che paga? Anche in tempi di Covid?
Io nel 2020 ho fatto i numeri del 2019, senza la pandemia probabilmente sarei cresciuto del 25-30 per cento.
Da anni siamo carrozzeria di riferimento per Gruppo Bonera, ma oltre a Mercedes-Benz ripariamo multimarca; per me fare la Panda o la Ferrari è lo stesso. Siamo sui 15-20 ingressi a settimana, in questo momento ho qui una Dacia, una Peugeot, tre Mercedes, due Toyota, una Polo, anche un'ambulanza (abbiamo appena iniziato a collaborare con la Croce Bianca di Brescia).

Carrozzeria pura?
Carrozzeria e poi meccanica leggera, legata al sinistro. L'ibrido lo trattiamo da anni, l'elettrico cominciamo a vederlo, un segmento che sto pensando di sviluppare è quello degli Adas.

Convenzioni ne ha?
Con una sola compagnia di assicurazioni, finché riesco a starne fuori non mi lego a nessuna, a Brescia la gente ci tiene alla macchina e io riparazioni a scapito della qualità non ne voglio fare.

Solo ricambi originali quindi?
Solo ricambi originali, con l'eccezione di qualche macchina molto vecchia. A me piace il lavoro di un certo livello e con l'originale lo vedi già quando lo monti. E poi, se con il non originale pensi di risparmiare non hai fatto i conti con le ore che perdi per adattarlo.
Qualcuno che mi si presenta con il ricambio in mano? Raro, ma negli ultimi due anni è capitato. Io ho ascoltato tutti, spiegato le problematiche del caso e alla fine le macchine non le ho fatte. Mi creda, non è difficoltà economica, è più faccia di tolla.

Di DOC è contento?
Molto contento, è un consorzio che ho visto crescere. Io sfrutto la doppia consegna mattina e sera, un servizio molto valido, e poi i ragazzi, tutti educati e puntuali. Può capitare che ti arrivi un ricambio danneggiato, ma chiamo Ale (Alessandro Leo, promoter di riferimento, nda) e la cosa si risolve subito. Dalle mie parti si dice: "Sbaglia chi lavora, non sbaglia chi non fa niente".

I ricambi come li ordina? 
Io sono ancora uno molto 'alla vecchia', mi piace chiamare la concessionaria e fare due chiacchiere con il magazziniere, nel settore ne conosco tanti e ho la fortuna di averli come amici. Prima non li vedevi quasi mai, adesso nei momenti di stanca mettono dentro la testa e devo dire che più volte qualche ordine l'hanno preso. È una cosa che faccio anch'io, il lavoro me lo vado a cercare anche fuori, e con trent'anni di attività in molti mi vedono come quello che può risolvergli il problema.

I suoi clienti di dove sono?
Di Brescia e provincia, tanti anche fuori dalla mia zona. Ho clienti storici, indirizzati dai vecchi titolari e clienti nuovi in un raggio di 30-35 chilometri, uno da Milano. Abbiamo quattro auto sostitutive e sono sempre fuori. Lavoriamo su appuntamento, il venerdì facciamo il punto della situazione e chiamiamo chi dobbiamo chiamare.

Perché scelgono Silver Car secondo lei?
Abbiamo sempre puntato su sincerità e onestà. Abbassare il prezzo non è il nostro modo di fare. Vogliamo che il cliente abbia fiducia in noi e creda in quello che gli stiamo proponendo. Io sono contento se un cliente ascolta, non condivide e va da un'altra parte. È facile che torni.
Rispetto, onestà, educazione... Cerco di avere sempre buoni rapporti con tutti, a partire dai miei ragazzi: ogni giorno li vado a cercare uno per uno e ci facciamo quattro chiacchiere.

  • Mercato commerciali: bene con gli incentivi
    14 maggio 2021 - Il mercato dei veicoli commerciali segna una nuova crescita in aprile (+9,2 per cento) con 17.000 veicoli immatricolati, rispetto ai 15.562 dello stesso periodo 2019, anche in questo caso per il confronto non significativo con l'aprile 2020. Secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Uunrae, il primo quadrimestre archivia...

  • Auricolari alla guida? Meglio di no
    12 maggio 2021 - Utilizzare gli auricolari per ascoltare musica o podcast è indubbiamente rilassante, ma potrebbe essere pericoloso, e in alcuni Paesi addirittura illegale, farlo mentre si guida. Uno studio condotto da Ford nell'ambito della campagna Share The Road ha evidenziato come le persone che indossano le 'cuffiette' impiegano, in media, quattro...

  • Motore elettrico: dal 2027 il meno costoso
    10 maggio 2021 - Entro il 2027 in Europa i veicoli elettrici avranno un prezzo inferiore rispetto a quelli con il tradizionale motore benzina o diesel. Il risultato, decisamente inatteso in tempi così rapidi, è contenuto in un approfondito rapporto stilato da Bloomberg. Secondo questo studio entro il 2035 nell'Unione si venderanno in via pressoché esclusiva...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK