Dario Soncina, "Service Day
parla al cuore dell’autoriparatore"

"Altro che piazza virtuale! Service Day sarà una piazza reale, un punto di incontro per gli autoriparatori che potranno stare insieme, parlarsi, confrontarsi...". Dario Soncina, presidente di Doc Brescia-Bergamo, si dice "onorato che Quintegia abbia scelto Brescia per una prima nazionale assoluta".

Dunque tutti al Brixia Forum il 17 e 18 novembre?
Certo. Lo stand AsConAuto sarà sempre presidiato e noi tutti saremo a disposizione dei meccanici e dei carrozzieri per guidarli in questi giorni. Io personalmente coglierò l'occasione per ringraziare i riparatori clienti della fiducia che ripongono nel loro consorzio e per aver scelto di condividere questo momento che è prima di ogni cosa un momento di incontro.

Arriveranno da Brescia ma anche da molto più lontano...
Ci sono consorzi della rete AsConAuto che si stanno organizzando con i pullman. I loro clienti hanno colto l'importanza di un evento che parla al cuore del riparatore e non 'soltanto' alla testa e alle mani e vogliono esserci; a maggior ragione ci aspettiamo che chi è geograficamente più vicino non perda questa opportunità.

Il rischio è che qualcuno si limiti a stare alla finestra?
È una prima volta ed è normale che ci sia curiosità ma anche la tentazione di stare a vedere ed eventualmente partecipare alla seconda edizione.
Sarebbe un errore, perché Service Day è un evento fortemente innovativo per tutto il settore del post vendita: basta scorrere il programma per rendersi conto che i contenuti sono di importanza enorme per il futuro dell'autoriparazione e possono dare risposte alle domande degli addetti ai lavori.

Facciamo qualche nome?
La prima sessione di sabato mattina sarà con Leonardo Buzzavo e Marc Aguettaz. Per chi non li conoscesse, Buzzavo oltre che un valente professore universitario è un 'visionario' dell'automotive e del marketing e spiegherà quello che gira intorno a questo mondo e quello che succederà al nostro mestiere nei prossimi anni. Aguettaz è l'uomo dei numeri: numeri sui fatturati, sui materiali, sulle tecnologie e sull'impatto che avranno sul conto economico. Questo primo incontro dà la traccia a tutto l'evento.
Da lì in poi saranno sessioni incentrate sulla tecnologia, la telematica, le tariffe in funzione del marketing, l'acquisizione di flotte come clienti, le assicurazioni... temi che un tempo sembravano di interesse marginale e invece sono la realtà di oggi.

Non ha citato internet...
Perché internet è trasversale e riguarda tutti. Per esempio: si parlerà di come le aziende possano ritrovarsi vittime di recensioni negative senza nemmeno saperlo. Appoggiarsi a organizzazioni che 'gestiscono' internet per mestiere può garantire il successo di un'impresa ma anche evitare certi rischi.
Dal quotidiano confronto con i promoter del consorzio e con la nostra organizzazione, spesso emerge nei discorsi dei riparatori la paura di un futuro che non si sa bene cosa e dove porterà. Proprio per non avere paura Service Day è l'evento a cui bisogna esserci. Doc c'è, noi ci siamo.

  • Assistenza: prezzi e attività scendono
    16 novembre 2018 - Per otto autoriparatori su dieci i prezzi dell'assistenza a ottobre si sono mantenuti sostanzialmente stabili, ma i meccanici che segnalano un abbassamento sono più di quelli che segnalano un rialzo (19 contro 1 per cento). Lo dice il Barometro elaborato dall’Osservatorio Autopromotec sulla base della consueta inchiesta mensile...

  • Commerciali: ancora un calo a doppia cifra
    14 novembre 2018 - Così come settembre, che aveva registrato una flessione di circa il 22 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno, anche a ottobre il mercato dei veicoli commerciali (autocarri con ptt fino a 3,5t) chiude con un calo a doppia cifra. Secondo le stime elaborate dal Centro studi e statistiche Unrae, l'Associazione delle case automobilistiche...

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK