Service Day a Brescia
guida il cambiamento

Debutta il 16-17-18 novembre al Brixia Forum di Brescia 'Service Day', il nuovo evento di AsConAuto e Quintegia dedicato alla filiera del post vendita, un luogo di aggregazione, networking e aggiornamento per un segmento del settore auto che vale in Italia circa 30 miliardi di euro e conta sul territorio decine di migliaia di professionisti. In primo piano ci sono le trasformazioni del mercato dell'assistenza e riparazione auto sotto la spinta da un lato dell'evoluzione tecnologica, dall'elettrico alla connettività fino alla guida autonoma, dall'altro di un consumatore con esigenze nuove e sempre più legate al mondo digitale.

Riservato a tutti i protagonisti della filiera della riparazione e agli operatori del service (officine autorizzate e indipendenti, carrozzerie, concessionarie, case auto e aziende specializzate), l'evento taglia il nastro della prima edizione venerdì 16 novembre con una giornata di meeting riservati e su invito, per poi allargarsi sabato 17 e domenica 18 ottobre con le sessioni del programma e l'apertura dell'Area Business.

In calendario oltre 20 appuntamenti sui temi caldi per la gestione efficiente ed efficace del service, in un'ottica di digitalizzazione e aumento della redditività, senza dimenticare la relazione e fidelizzazione del cliente, a partire dal confronto e dalle best practice. Le sessioni, parallele e indirizzate a diversi target (concessionari piuttosto che officine indipendenti), oltre ai contenuti targati AsConAuto e Quintegia (con il presidente di AsConAuto, Fabrizio Guidi, e Leonardo Buzzavo e Luca Montagner, rispettivamente presidente e senior advisor di Quintegia), vedranno tra i relatori i service manager di concessionarie come Audi Zentrum Alessandria, Fratelli Giacomel e Trivellato, titolari di officine (Autonova Milano e Autofficina Autronica) e carrozzerie (Autosicura), ma anche speaker motivazionali come lo scrittore Sebastiano Zanolli e lo storico allenatore di pallacanestro, giornalista e telecronista sportivo Dan Peterson. Partecipano anche le case auto, presenti in Area Business e tra gli interventi, con la presentazione di iniziative implementate per le loro reti.

Il mondo dell'officina rappresenta nel nostro Paese una realtà estremamente eterogenea e frammentata: si contano oltre 35mila aziende tra riparatori, carrozzerie e gommisti, in sette casi su dieci affiliate a network per il reperimento di informazioni tecniche, formazione, ricambi e attività di marketing, mentre supera il 70 per cento la quota delle officine indipendenti. Uno scenario, quello della competizione tra indipendenti e autorizzati, destinato - secondo l'analisi di Quintegia - a mutare a fronte della concorrenza sulle vetture recenti e dell'interesse delle case auto ad allungare la fidelizzazione del cliente.

Di piccole dimensioni (poco più di tre la media degli addetti), stando a una recente indagine di ICDP (International Car Distribution Programme), i protagonisti dell'after-sales di oggi devono suscitare nei clienti affidabilità, fiducia e vicinanza, e allo stesso tempo incrementare la loro offerta con servizi innovativi e sempre più digitali, come le app con i dati live, il meccanico a domicilio, il riparatore temporaneo, il servizio rapido o l'auto che prenota da sola l'intervento, grazie allo sviluppo sempre più pervasivo della telematica all'interno delle vetture.

  • Assistenza: prezzi e attività scendono
    16 novembre 2018 - Per otto autoriparatori su dieci i prezzi dell'assistenza a ottobre si sono mantenuti sostanzialmente stabili, ma i meccanici che segnalano un abbassamento sono più di quelli che segnalano un rialzo (19 contro 1 per cento). Lo dice il Barometro elaborato dall’Osservatorio Autopromotec sulla base della consueta inchiesta mensile...

  • Commerciali: ancora un calo a doppia cifra
    14 novembre 2018 - Così come settembre, che aveva registrato una flessione di circa il 22 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno, anche a ottobre il mercato dei veicoli commerciali (autocarri con ptt fino a 3,5t) chiude con un calo a doppia cifra. Secondo le stime elaborate dal Centro studi e statistiche Unrae, l'Associazione delle case automobilistiche...

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK