25 febbraio 2020, Gruppo Saottini
vi aspetta al Museo Mille Miglia

C'è chi parteciperà per visitare il Museo Mille Miglia, chi per salutare il magazziniere che è solito sentire al telefono, e chi perché "scoprire i segreti del futuro del post vendita" non capita tutti i giorni. Insomma, aderire all'invito che Gruppo Saottini ha riservato agli autoriparatori Doc è nell'ordine delle cose.

Martedì 25 febbraio, appuntamento alle 19 in Viale della Bornata 123 a Brescia per immergersi nella storia della corsa più bella del mondo (e, nell'occasione, ammirare l'esposizione temporanea di macchine da rally). Seguiranno l'accredito alla serata e l'inizio dei lavori: un'ora con Luca Montagner di Quintegia per parlare di 'Trend di mercato per il post-vendita', 'Consumatori più interessati a servizi evoluti', 'Gestione delle attività di marketing per il service'. Prima della cena a buffet, presentazione del Gruppo Saottini in Eurocar Italia (la controllata di Porsche Holding che un anno fa ha acquisito la concessionaria bresciana).

Ha spiegato il responsabile magazzino ricambi, 19 persone al servizio dei clienti Doc, Federico Biondetti: "Vogliamo presentarci agli autoriparatori indipendenti con tutto il nostro team, che è cresciuto negli anni e, con Porsche, è diventato ancora più grande. Il mercato sta cambiando e sentiamo l'esigenza di trasferire i nuovi valori Porsche e le nuove direttive di un Gruppo che si sposano perfettamente con la gestione Saottini".

Qualunque sia il marchio - Volkswagen, Volkswagen VIC, Audi, Škoda, Porsche - i magazzinieri della 'nuova' Saottini hanno da tempo "modificato il loro approccio alla vendita, passando da una passiva, di attesa dell'ordine, a una attiva. Visti i buoni risultati dello scorso semestre, posso dire che funziona". E premia: "D'accordo con la direzione", fa sapere Biondetti, "ho adottato un sistema di incentivazione in base alle vendite".

Non è cambiata, invece, la politica Saottini sul fronte assistenza: "La linea è quella della massima collaborazione, compatibilmente con un'agenda sempre piena che non lascia molto spazio agli imprevisti (per esempio richieste di diagnosi che possono durare ore). Più realistico garantire consulenza telefonica, su quella massima collaborazione e sostegno perché prima che essere clienti i riparatori Doc sono partner".

  • Post-Covid: Italia ancora senza incentivi
    29 maggio 2020 - Mentre la Francia vara un maxi-piano da 8 miliardi per la mobilità e la Germania si appresta a presentare una manovra analoga, l'Italia per il momento non si occupa di sostegni per il settore automotive facendo vedere nero agli operatori di un settore che, nel complesso, rappresenta il 10 per cento del pil nazionale...

  • Come ci muoveremo 'dopo'?
    27 maggio 2020 - Superata l'emergenza Covid, sette italiani su dieci utilizzeranno l'auto per i propri spostamenti; soltanto uno su dieci tornerà a servirsi dei mezzi pubblici, ritenuti poco sicuri sotto il profilo sanitario; la quota restante si divide tra bicicletta, scooter o moto, bike o car sharing. Complice la crisi economica, per l'acquisto di una nuova auto il 47...

  • Coronavirus: l’incubo Renault
    25 maggio 2020 - Continuano a farsi sentire gli effetti devastanti dell'emergenza coronavirus sul mercato dell'automotive. Questa volta a farne pesantemente le spese è Renault che sarebbe "in seria difficoltà finanziaria" e bisogna agire "urgentemente", perché "può scomparire": questo l'avvertimento lanciato dal ministro francese dell'Economia, Bruno Le Maire...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK