Carrozzeria Raschetti pronta
per il passaggio di testimone

C'era una volta Carrozzeria Fratelli Raschetti, e c'è ancora. Ma la storica azienda di Villa Carcina (Bs), punto di riferimento per gli automobilisti Ford e non solo dalla metà degli anni 80, oggi è semplicemente Carrozzeria Raschetti. È il segno di una piccola rivoluzione in corso che ci racconta Vanessa Raschetti, pronta al passaggio di testimone dal padre Flavio.

Una novità recente?
Più o meno un mese. Quando l'altro dei Fratelli Raschetti, Dario, è andato in pensione c'è stato il cambio di ragione sociale ma si sta preparando anche il cambio di gestione: diventeremo soci titolari io e mio cugino Ezio, che è qui da più di vent'anni. Anch'io ho iniziato ragazzina, ma prima di entrarci in pianta stabile ho lavorato per un paio di anni come barista sulla riviera romagnola. Diciamo che se c'è un'attività in famiglia e ci metti il piede dentro...

...ti ritrovi a gestire l'amministrazione di una carrozzeria con sei dipendenti. Quanto è difficile in questo periodo?
Da marzo dell'anno scorso abbiamo avuto dei cali, poi delle risalite, poi di nuovo dei cali... ora si spera in una risalita senza altre cadute. Venivamo da un 2019 in cui avevamo lavorato tantissimo, ma siamo riusciti a mantenere tutto l'organico, anche grazie al lavoro sulle macchine danneggiate dalla grandine che abbiamo smaltito a maggio. Da lì in poi ci siamo abituati a ritmi diversi, forse anche più umani.

Carrozzeria pura?
Carrozzeria pura. Altri servizi ne offriamo ma ci appoggiamo a dei collaboratori esterni: il levabolli, per esempio, e poi specialisti del restauro o del car wrapping. Sto spingendo per 'tenerci in casa' il lavoro sugli Adas, ma è un discorso ancora prematuro.
Oggi, e considerando l'andamento altalenante, contiamo una cinquantina di ingressi al mese che rispecchia il circolante, dall'utilitaria a salire - ibride comprese - oltre ai veicoli commerciali.
Lavoriamo parecchio con le compagnie di assicurazioni, entra di tutto. Sul totale, un 20-30 certo è Ford: alcuni clienti vengono da noi non perché ci conoscono ma perché cercano il marchio, cercano il riparatore autorizzato; e noi dal 2003 facciamo parte della rete ufficiale di Casa madre.

Oltre alle convenzioni con le compagnie assicurative ne avete con quelle di noleggio?
C'è molto work in progress. Per ora ne abbiamo una, ma mi sto muovendo per sottoscriverne altre. Il presupposto è lavorare con qualità, e mantenere il controllo sulla gestione.

Lavoro di qualità presuppone l'utilizzo di ricambi originali?
Montiamo originale quasi sempre, è solo quando il cliente lo richiede espressamente perché ha bisogno di fare una riparazione in economia che ripieghiamo sul ricambio alternativo. Ma con l'originale il risultato finale è migliore e noi riusciamo a lavorare meglio.
Doc consegna due volte al giorno, il servizio è celere, puntuale... anzi, in questo periodo di poco traffico a volte i ricambi arrivano anche prima. E se c'è qualche dettaglio da sistemare facciamo riferimento a Gigi Papallo, il nostro promoter.

La seconda generazione Raschetti ordina per telefono? Oppure ha fatto il 'salto' informatico?
Telefono, se chiamo io, ma anche se l'ordine lo fanno Ezio o i miei colleghi vedo che usano soprattutto il telefono. Non è che non posso o non so utilizzare il programma, è proprio una scelta, mi piace di più parlare con le persone.

Finché le rispondono...
Io mi baso su quest'ultimo anno, dove certi magazzini forse ricevono meno chiamate e la sensazione è che ci sia meno frenesia. Il portale lo uso per i resi, prima però avviso!

Non avete un sito internet. Una scelta?
Ma abbiamo Instagram, il nostro social (che cura Ezio).

Qual è la forza di Raschetti?
Ricordo un cliente di Milano, telefonava perché voleva venire proprio qui da noi. Il grosso della clientela, invece, è di Villa Carcina, dei comuni limitrofi e di Brescia. Credo che il cliente apprezzi la qualità della riparazione, la cortesia, e il fatto che non deve tribolare nella gestione della pratica assicurativa.

  • Mercato commerciali: bene con gli incentivi
    14 maggio 2021 - Il mercato dei veicoli commerciali segna una nuova crescita in aprile (+9,2 per cento) con 17.000 veicoli immatricolati, rispetto ai 15.562 dello stesso periodo 2019, anche in questo caso per il confronto non significativo con l'aprile 2020. Secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Uunrae, il primo quadrimestre archivia...

  • Auricolari alla guida? Meglio di no
    12 maggio 2021 - Utilizzare gli auricolari per ascoltare musica o podcast è indubbiamente rilassante, ma potrebbe essere pericoloso, e in alcuni Paesi addirittura illegale, farlo mentre si guida. Uno studio condotto da Ford nell'ambito della campagna Share The Road ha evidenziato come le persone che indossano le 'cuffiette' impiegano, in media, quattro...

  • Motore elettrico: dal 2027 il meno costoso
    10 maggio 2021 - Entro il 2027 in Europa i veicoli elettrici avranno un prezzo inferiore rispetto a quelli con il tradizionale motore benzina o diesel. Il risultato, decisamente inatteso in tempi così rapidi, è contenuto in un approfondito rapporto stilato da Bloomberg. Secondo questo studio entro il 2035 nell'Unione si venderanno in via pressoché esclusiva...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK