Brescia, Carrozzeria Musesti
alla conquista di Tesla

Qualcun altro, forse, al loro posto si sarebbe scoraggiato. Non Damiano e Davide Musesti, padre e figlio, che hanno fortissimamente voluto Tesla per la loro carrozzeria e a prezzo di decine di ore di formazione, centinaia di chilometri per ottenere le certificazioni necessarie, migliaia di euro investiti nelle indispensabili attrezzature, oggi possono finalmente aggiungere due parole chiave, autorizzata Tesla, alla loro Carrozzeria Musesti. Siamo virtualmente andati a trovarli in Via Aldina a Raffa di Puegnago, in provincia di Brescia.

Un anno di passione?
Un anno per raggiungere l'obiettivo, ma da molto prima avevamo cominciato ad accarezzare l'idea. Tutto è partito da due Tesla che nel giro di una settimana sono passate dalla nostra carrozzeria a un service ufficiale perché non avevamo la strumentazione necessaria per ripararle. Non parlo di un paraurti graffiato. La prima era una Tesla pesantemente incidentata, un lavoro ambizioso ma non ancora alla nostra portata; la seconda una Tesla a cui avremmo dovuto sostituire il parabrezza, operazione che senza la giusta attrezzatura Adas non siamo stati in grado di fare.

Tesla non è un'elettrica come le altre?
È difficile da trattare, perché l'alto voltaggio è praticamente presente in tutta la macchina e devi sapere dove mettere le mani. Per tre riparazioni su quattro devi disarmarla e lo puoi fare solo se sei debitamente formato. Il patentino Pes-Pav-Pei ce l'ho, ce l'abbiamo da anni sia io che mio figlio, ma non basta.

Ci racconti il percorso che vi ha portato ad essere carrozzeria autorizzata Tesla...
Ma prima mi lasci dire che abbiamo l'esclusiva su Brescia. Al momento ci sono solo cinque carrozzerie del marchio in tutto il nord Italia: oltre alla nostra, una a Bergamo, una a Milano e due a Padova.
Le dimensioni non contano, la struttura deve essere adeguata, deve essere perfetta. Il primo sì lo abbiamo ottenuto dopo una videochiamata di due ore con i referenti di Casa madre, in America, in cui hanno visitato la nostra carrozzeria virtualmente. Subito dopo abbiamo ricevuto la lista delle attrezzature da acquistare, un investimento economico notevole. Poi sono iniziati i corsi di formazione, quasi tutti in inglese, che abbiamo fatto in parte online e in parte in sede Tesla superando complessivamente 50 esami. Per settimane non ci sono stati né sabati né domeniche, è stata dura anche perché un punteggio di 95 su 100 non sarebbe stato sufficiente per avere l'idoneità, ma ce l'abbiamo fatta.

È vero che siete andati a Tilburg, nella sede Tesla dei Paesi Bassi, in camper?
2.600 chilometri andata e ritorno con partenza dall'Italia il 14 ottobre, nel pieno della seconda ondata Covid. Il camper è nostro e abbiamo viaggiato sicuri e senza paura del contagio.
La cosa impressionante è stata fare lezione in una sale enorme, con 150 postazioni e solo due occupate, da me e da mio figlio. Eravamo a Tilburg, nel più grande centro di training Tesla d'Europa, con un insegnante, canadese, tutto per noi.
Abbiamo fatto lezioni teoriche e corsi pratici su Tesla che erano reduci da incidenti o crash test imparando anche a smontare le batterie, l'operazione più delicata. Vedevamo che stavamo andando bene ma solo all'ultimo giorno, dopo l'ultimo test, abbiamo avuto la certezza di essere stati giudicati idonei. Consideri che per diventare carrozzeria autorizzata servono due figure abilitate, dovevamo 'passare' tutti e due.

Ed eravate 'solo' a metà strada...
Esatto, mancava la certificazione I-CAR che abbiamo conseguito in Germania a febbraio. Altro viaggio in camper, altri 1.600 chilometri per quattro giorni di poca teoria e molta pratica: saldature millimetriche, un lavoro così difficile che la prima sera eravamo pronti a rientrare a mani vuote. Invece, dopo sette prove sull'alluminio e dieci sul ferro siamo tornati in Italia certificati. Dopo tutta quella tensione non ci ha spaventato nemmeno viaggiare a -7 con una bufera di neve!

Finalmente il marchio Tesla all'ingresso di Carrozzeria Musesti?
Per quello abbiamo aspettato i complimenti in videochiamata e... la certezza di avere tutta l'attrezzatura idonea - che abbiamo acquistato in blocco da un fornitore toscano - sia per l'officina che per la carrozzeria. Questa è un'altra particolarità del marchio: noi siamo carrozzeria, ma per Tesla dobbiamo essere in grado di offrire il servizio completo.
In queste settimane si è sparsa la voce e già una decina di clienti del bresciano che guidano Tesla sono venuti a conoscerci. In più siamo presenti sul sito ufficiale del costruttore, quindi chi cerca un autoriparatore/carrozziere Tesla in questa provincia ci trova senza difficoltà.

Tesla sarà il vostro fiore all'occhiello ma comunque una nicchia?
Però il circolante è destinato ad aumentare, solo a Brescia stanno consegnando al ritmo di una ventina di auto a settimana.

I ricambi Tesla li consegna Doc?
Magari! Noi lavoriamo benissimo con Doc da tanti anni, anche perché montiamo solo ricambi originali, ma non essendoci concessionarie Tesla i ricambi ci vengono forniti direttamente da Casa madre, e non le dico i costi di spedizione...

  • Mercato commerciali: bene con gli incentivi
    14 maggio 2021 - Il mercato dei veicoli commerciali segna una nuova crescita in aprile (+9,2 per cento) con 17.000 veicoli immatricolati, rispetto ai 15.562 dello stesso periodo 2019, anche in questo caso per il confronto non significativo con l'aprile 2020. Secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Uunrae, il primo quadrimestre archivia...

  • Auricolari alla guida? Meglio di no
    12 maggio 2021 - Utilizzare gli auricolari per ascoltare musica o podcast è indubbiamente rilassante, ma potrebbe essere pericoloso, e in alcuni Paesi addirittura illegale, farlo mentre si guida. Uno studio condotto da Ford nell'ambito della campagna Share The Road ha evidenziato come le persone che indossano le 'cuffiette' impiegano, in media, quattro...

  • Motore elettrico: dal 2027 il meno costoso
    10 maggio 2021 - Entro il 2027 in Europa i veicoli elettrici avranno un prezzo inferiore rispetto a quelli con il tradizionale motore benzina o diesel. Il risultato, decisamente inatteso in tempi così rapidi, è contenuto in un approfondito rapporto stilato da Bloomberg. Secondo questo studio entro il 2035 nell'Unione si venderanno in via pressoché esclusiva...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK