Autocarrozzeria M&P,
il cliente prima di tutto

"Amo il mio lavoro, mi piace che la gente esca da qui contenta". Dove "qui", nelle parole di Stefano Baccalà, sta per i 1.900 metri quadrati coperti oltre ai 700 di piazzale di 'Autocarrozzeria M&P' di Lallio (BG). Abbiamo fatto un salto al civico 8 di Via Provinciale, a conoscere questo autoriparatore che si definisce "un po' un randagio", che mette la soddisfazione dei suoi clienti sopra a tutto.

Quanto spazio...
Una bella struttura, a volte persino piccola. Basta che ci arrivino i camper di qualche amico e siamo subito stretti.
M&P esiste dal 24 agosto del 2004, l'abbiamo fondata io e il mio socio Paolo Mascheretti, ma siamo qui da cinque anni. Quando ci siamo ritrovati, dopo aver lavorato insieme da Pesenti a Dalmine, ci siamo detti: "dai che ci buttiamo, proviamo". Eravamo in affitto a un chilometro di distanza, io, Paolo e altri due ragazzi.
In questa sede, anche se siamo sempre in affitto, abbiamo fatto delle ristrutturazioni per quello che ci serviva: oltre alla carrozzeria siamo punto vendita di auto usate. Abbiamo due segretarie, sei dipendenti e otto prestatori d'opera (tre lattonieri, due montatori e tre verniciatori).

Per un giro di lavoro importante?
Il grosso è lavoro di carrozzeria, poi gomme, meccanica legata al sinistro, tagliandi. Per le revisioni, invece, mi appoggio a Officina Marinelli.
Siamo sulle 120-150 auto al mese, multimarca, dalle utilitarie a macchine di un certo livello. Ho appena riparato un Ferrari 360, ventimila chilometri, immacolato: mi è arrivato con il parafango posteriore schiacciato e io l'ho raddrizzato senza verniciarlo, così mantiene tutto il suo valore. Io faccio il levabolli e cerco sempre di salvare il necessario.
Riparare una Panda o una Ferrari per me è uguale, a me interessa che la macchina esca bene, mi piace che la gente che va via di qui sia contenta. Il cliente mi sembra amico anche se non lo conosco. Amo il mio lavoro, amo anche la natura, forse ho sbagliato mestiere. Sono un po' un randagio.

Un 'randagio' che sa adeguarsi all'evolvere del mercato. Convenzioni assicurative ne ha?
Più di una. Quello che non voglio è che vengano qui a comandare e a dettarmi i tempi: non scontento il cliente per far contento l'assicuratore, è il cliente che viene da me e mi porta la macchina, non l'assicuratore.

Per far contento il cliente monta ricambi originali? 
Il grosso è originale. A montare un ricambio non originale butti via un sacco di tempo, conviene prendere l'originale, tante volte la scontistica aiuta. Per esempio, tra fanali originali e fanali non originali c'è un abisso, con l'originale sai sempre cosa monti.

È cliente Doc, si ricorda come lo è diventato?
Sono anni che lavoro con loro, sarà stato nel parlare con gli amici, qui è tutto un passaparola. Il servizio a domicilio, puntuale due volte al giorno, vuol dire tanto.
Mi trovo bene con tutti: Carla (Bonetti, promoter di riferimento, NdA) è in gamba, brava, molto sveglia, e Andrea, il ragazzo che fa le consegne, è di una gentilezza, davvero una bella persona.

Come lei e il suo socio? Perché i vostri clienti scelgono M&P?
Rispetto a me Paolo è un po' più 'orso', ma bravo e simpatico. Abbiamo clienti della zona e tanti che vengono da fuori. C'è un gruppo che arriva da Varese, amici che hanno delle Seat Leon, un po' sportive: ho iniziato a farne una e, guai!, adesso vengono tutti qui.
Cerchiamo sempre di essere puntuali, e di salvare più che di sostituire. Alcune persone sono disperate e io mi metto nei loro panni, anziché fare beneficenza aiuto nel mio lavoro. Tante volte mi scrivono messaggi su WhatsApp, o mi portano dei regalini... Sono contento se loro sono contente.

  • Giro d'Italia in... elettrico
    23 marzo 2019 - Hanno percorso 1.250 chilometri lungo le direttrici Roma-Milano e Torino-Venezia le due Volkswagen e-Golf protagoniste del Giro d'Italia in elettrico promosso da LeasePlan in collaborazione con Repower e Volkswagen. Non si è trattato di una gara ma di un viaggio, dal 25 al 28 febbraio, per dimostrare che la mobilità a emissioni zero...

  • Fusione Psa-Fca: rumors scatenano la Borsa
    20 marzo 2019 - La famiglia Peugeot è pronta a sostenere Psa in eventuali operazioni di acquisizione che potrebbero coinvolgere anche Fca. A rilanciare i rumors su una possibile alleanza, dopo quelli circolati al Salone dell'Auto di Ginevra, è Robert Peugeot: intervistato da Les Echos, l'amministratore delegato della holding di famiglia si dice appunto...

  • Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?
    18 marzo 2019 - La demonizzazione del Diesel ha avuto tra i suoi effetti quello di creare confusione tra gli italiani che si apprestano a sostituire la propria auto. Lo rivela l'indagine Doxa 'Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?' presentata all'evento milanese Forum Automotive. Secondo lo studio a risposta multipla, il 71 per cento non si sente...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK