Ultima chiamata
per la 1000 Miglia 2020

Ultimi giorni, e precisamente fino a mercoledì 8 gennaio, per iscriversi alla 1000 Miglia 2020, trentottesima edizione della rievocazione storica della corsa disputata dal 1927 al 1957 in programma dal 13 al 16 maggio. Ai nastri di partenza sono attese 400 vetture, selezionate da un'apposita commissione tra quelle preventivamente registrate online.

Mercoledì 13 maggio, con partenza da Brescia, il corteo attraverserà i comuni del Lago di Garda, Desenzano e Sirmione, e passerà via via da Villafranca di Verona, Mantova, Ferrara e Ravenna per concludere la prima giornata di gara a Cervia-Milano Marittima.

Da Cesenatico, il giorno dopo, si scenderà fino a Urbino, Fabriano, Macerata, Fermo e Ascoli Piceno per entrare quindi nelle zone che portano ancora i segni del terremoto del 2016, passando per Macerata, Fermo, Ascoli Piceno e Amatrice. Da Rieti, le auto d'epoca arriveranno a Roma dove, dopo la consueta sfilata tra le vie della Città Eterna, concluderanno la seconda tappa sulla passerella di Via Veneto.

Risalendo da Lucca, le auto lasceranno la Toscana attraverso il Passo della Cisa, per poi fare tappa a Parma, la città Capitale Italiana della Cultura 2020, che accoglierà gli equipaggi per l'ultima notte di gara.

Sabato 16 maggio vedrà il passaggio da Salsomaggiore Terme, dal borgo di Castell'Arquato (Piacenza), da Cernusco sul Naviglio, la cittadina in provincia di Milano recentemente nominata Città Europea dello Sport 2020, e quindi da Bergamo, prima di concludere la competizione sulla pedana di arrivo di Viale Venezia a Brescia, dove tutto ebbe inizio 93 anni fa con la prima Coppa delle 1000 Miglia.

Potranno iscriversi alla 1000 Miglia 2020 modelli di vettura dei quali almeno un esemplare abbia preso parte a una delle edizioni della 1000 Miglia storica che si è tenuta dal '27 al '57. Al momento dell'iscrizione, il candidato dovrà allegare: certificato Registro 1000 Miglia e/o F.I.A. Heritage e/o Fiche ACI Sport e/o F.I.V.A ID; foto della vettura; tutte le notizie, storiche e cronologiche (anche dei precedenti proprietari). L'eventuale ammissione alla gara sarà verificabile all'interno della propria area personale entro il 10 marzo.

  • Post-Covid: Italia ancora senza incentivi
    29 maggio 2020 - Mentre la Francia vara un maxi-piano da 8 miliardi per la mobilità e la Germania si appresta a presentare una manovra analoga, l'Italia per il momento non si occupa di sostegni per il settore automotive facendo vedere nero agli operatori di un settore che, nel complesso, rappresenta il 10 per cento del pil nazionale...

  • Come ci muoveremo 'dopo'?
    27 maggio 2020 - Superata l'emergenza Covid, sette italiani su dieci utilizzeranno l'auto per i propri spostamenti; soltanto uno su dieci tornerà a servirsi dei mezzi pubblici, ritenuti poco sicuri sotto il profilo sanitario; la quota restante si divide tra bicicletta, scooter o moto, bike o car sharing. Complice la crisi economica, per l'acquisto di una nuova auto il 47...

  • Coronavirus: l’incubo Renault
    25 maggio 2020 - Continuano a farsi sentire gli effetti devastanti dell'emergenza coronavirus sul mercato dell'automotive. Questa volta a farne pesantemente le spese è Renault che sarebbe "in seria difficoltà finanziaria" e bisogna agire "urgentemente", perché "può scomparire": questo l'avvertimento lanciato dal ministro francese dell'Economia, Bruno Le Maire...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK