In Autoriparazioni Marchesini
"il lavoro è come Tetris, a incastro"

"Gioco a incastro", "Sereno, fiducioso, sicuro", "Risposte veloci, precise, risolutive". L'elenco dei possibili titoli si è allungato con il procedere dell'intervista a Gianpietro Marchina, 'Giampy' per tutti, titolare con Cristian Gelmini di Autoriparazioni Marchesini a Cellatica (Bs).

Marchesini che cosa c'entra con Marchina e Gelmini?
È lui il fondatore dell'azienda di cui io e Cristian siamo stati dipendenti più di vent'anni prima di entrare in società, nel febbraio 2001, e poi rilevarla a fine 2002 quando Roberto Marchesini, che all'epoca non aveva ancora 60 anni, ha deciso di andare in pensione. È quello che voglio fare anch'io: smettere di lavorare prima dei 60.

Ne riparliamo tra otto anni. Intanto che cosa dobbiamo sapere di questa azienda ultracinquantenne?
Che le mattonelle sono le stesse da che io mi ricordi, da quando sono entrato nel 1986. Sono 650 metri quadrati di piazzale e 260 coperti; sono preciso al metro perché lavorando in sette e offrendo tutti i servizi di meccatronica, oltre a revisioni e gomme, un assetto corretto è di vitale importanza. Quando ero ragazzo ho sviluppato una grande abilità a Tetris, il gioco a incastro mi riesce molto bene. Gestire gli ingressi, la disponibilità dei ponti, il flusso continuo dei ricambi, in altre parole gestire i processi, oltre che tenere i rapporti con i clienti, sono il nostro pane quotidiano: mio, di Cristian, e di tutto il team.

Gestione collegiale?
Io credo molto nei miei ragazzi, che vuol dire sia i tre tecnici di officina che le due impiegate che definire impiegate è riduttivo; investo nella loro formazione, riconosco e gratifico le loro capacità, li coinvolgo nelle decisioni importanti e così facendo sono loro i primi a sentirsi davvero parte dell'azienda.

Un'azienda in salute a dispetto della pandemia?
Anzi, siamo cresciuti anno su anno, e anche in questo 2022 stiamo andando meglio del 2021, che era andato meglio del 2020, che era andato meglio del 2019...
Step by step abbiamo aggiunto servizi (nel 2015 gomme e revisioni e l'anno scorso l'installazione dei ganci traino) e implementato il personale (Cristina, che arriva da una concessionaria e con lei è arrivato un nuovo gestionale che ci aiuta a seguire la clientela; l'affianca in amministrazione Alessia).
Io non lavoro a poco, ma offro servizi che altri non danno. Ho clienti che mi hanno chiamato quando erano in ferie: a uno ho chiesto di mandarmi un video, l'ho visto, ho capito qual era il problema e l'ho indirizzato a un collega del posto; a un altro, rimasto a piedi, ho spiegato come collegare i cavi per far ripartire la macchina e quando è rientrato gli ho cambiato la batteria; ieri c'è stata una chiamata per un trattorino tagliaerba in emergenza, ovviamente di un mio cliente di officina.

È così che si costruisce il passaparola?  
Così e con l'aiuto di Alessia e Cristina che tengono i contatti con i clienti via WhatsApp ricordando le scadenze. Idem in officina, dove lavorano secondo un input: il cliente deve andare via sereno, fiducioso e in sicurezza.
Non si tratta 'soltanto' di offrire un servizio a 360 gradi per l'auto, il cliente sa che per qualunque problematica, foss'anche la patente scaduta, può tirar su il telefono e chiamarmi. Ci penso io a trovare le informazioni che gli servono.

Questo programma di alta fedeltà in quanti ingressi si traduce?
Entrano prevalentemente vetture. Da inizio anno e solo di Fiat - marchio che abbiamo abbandonato quattro anni fa per le spese troppo alte - siamo quasi a 1.700. Abbiamo una media giornaliera di 6-7 revisioni e una decina di interventi di meccanica.
L'elettrico? Purtroppo sì, si comincia a vedere qualcosa.

Qual è la vostra politica in fatto di ricambi?
Le dico solo che ho messo fuori un cartello in cui annuncio che non monto ricambi usati, men che meno quelli legati alla sicurezza come sterzo, freni, airbag...
Il grosso della nostra clientela ha appena lasciato la concessionaria, quindi è propenso all'originale perché il veicolo è quasi nuovo e con i ricambi originali si mantiene lo standard di casa madre. In generale, comunque, proponiamo la doppia preventivazione.

Clientela da dove?
Gussago, Cellatica e propaggini di Brescia in un raggio di venti chilometri. Ma ne ho anche da parecchio più lontano.

Da 'vecchio' cliente DOC che cosa mi dice del servizio?
Siamo clienti da vent'anni e la consegna dei ricambi a domicilio resta un servizio fondamentale, ma mi piace che DOC non si sia fermato a quella, che offra altri servizi, il noleggio in convenzione per esempio, di cui mi mette a conoscenza Fabrizio (Ferraglio, promoter di riferimento, nda).
E poi DOC aiuta a mantenere il rapporto con i fornitori: al giorno d'oggi ci vogliono risposte veloci, precise e risolutive, e con le concessionarie DOC lavoro molto, molto bene.

  • MobilitAria 2022, così così
    5 ottobre 2022 - Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Reggio Calabria, Torino, Venezia. Sono le 14 città metropolitane italiane per le quali sono stati analizzati i dati della mobilità e della qualità dell'aria al 2021 nell'ambito della Campagna europea Clean Cities. I risultati sono confluiti nel rapporto...

  • Auto d’epoca da Padova a Bologna
    3 ottobre 2022 - Dal prossimo anno il Salone classic Auto e Moto d'epoca, rinomata mostra mercato europea del settore, si trasferirà da Padova a Bologna. Nel luglio scorso Padova Hall, la società che controlla Fiera di Padova, ha ceduto la manifestazione a BolognaFiere: così a ottobre 2023 la 40esima edizione del Salone si svolgerà sotto le Due Torri...

  • Altro che schiavi dell'auto!
    30 settembre 2022 - È noto che l'Italia, nel confronto con Regno Unito, Spagna, Francia e Germania, vanta due primati poco invidiabili: il tasso di motorizzazione più elevato (642 auto per 1.000 abitanti contro la media di 553 degli altri Major Markets), e il circolante più anziano (12,2 anni, seconda solo alla Spagna). Gli italiani, con più di un'auto in famiglia, 'usano...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK