Marcella Lorenzi (Carrozzeria Lorenzi):
"Imprenditori, ma artigiani nel cuore"

"Carla è bravissimissima". Non bastava il superlativo assoluto per definire la promoter in forza al consorzio Doc Brescia-Bergamo. E così Marcella Lorenzi, socia titolare insieme al fratello Matteo e al padre Giovanni Battista di 'Carrozzeria Lorenzi' a Cologno al Serio (BG), ci ha aggiunto qualche sillaba. Ascoltarla mentre racconta dell'azienda di famiglia, illustra la visione imprenditoriale, analizza il rapporto con Doc, è fare un pieno di entusiasmo.

Cominciamo dall'aprile 1980?
Carrozzeria Lorenzi l'ha fondata papà, che è del 1946 e ancora oggi pulisce, sistema, butta l'occhio, dopo vent'anni di lavoro come carrozziere. Il suo vecchio titolare lo avrebbe voluto come socio, ma lui ha preferito partire da zero. All'epoca era in Via Tasso, più in centro Cologno; dal 1985 si è trasferito dove siamo oggi, in Viale dell'Artigianato, sulla strada principale. Con il trasloco papà ha cominciato nuovamente da zero, riattrezzando la carrozzeria da capo. È cambiata molto come concezione: siamo partiti come artigiani, e come dovremmo restare nel cuore, e siamo diventati imprenditori. Ci sono lavorazioni che facciamo solo noi perché altri fanno 'monta-smonta'.
Io sono qui dal 1992, mio fratello invece, che ha fatto la scuola di elettrauto, è entrato subito dopo il diploma. Con noi c'è mio marito Dario, che è diventato il nostro miglior collaboratore: si occupava di rettifiche motori, ha iniziato a darci una mano e si è appassionato.

Cosa mi dice della sede fresca di restyling?

È una struttura di 700 metri quadrati coperti e altri mille scoperti. A parte la verniciatura degli ambienti, che si fa ogni tot anni, abbiamo deciso di ristrutturarla per dare una svolta in avanti: abbiamo creato la saletta d'accettazione, che ho curato particolarmente e che dispone del servizio wi-fi, una nuova sala tintometro con il tinto box, e abbiamo acquistato nuove attrezzature. È nuova anche l'immagine: siamo passati dal verde e giallo degli interni ai nostri colori che sono il grigio e il rosso, gli stessi del logo. Dietro, sempre nell'area coperta, vogliamo creare una zona esclusivamente dedicata alla rifinitura delle macchine, evitando il rischio di contaminazioni. Siamo partiti a fine dicembre, durante le feste di Natale, ma è arrivato il delirio: ristrutturavamo mentre lavoravamo.

Avete avuto anche il tempo di testare i prodotti di un nuovo colorificio...
Il colorificio Cassani di Rozzano con la sua linea di prodotti Sikkens, gli abbiamo dato fiducia insieme ad altri colleghi. Ci servivano nuovi stimoli, ci piace sperimentare, lavorare con prodotti nuovi, fare da apripista; la tradizione non deve mancare ma vogliamo guardare avanti.
Consideriamo i nostri fornitori dei collaboratori, se c'è aiuto e rispetto reciproco otteniamo tutti molto di più.

Quanto si lavora in Carrozzeria Lorenzi?
Riusciamo a fare anche lavori per mezzi pesanti, pullman, camper, moto, motorini... e verniciamo i caloriferi dei nostri clienti! Vengono da noi anche per dei prototipi industriali.
Le attività sono quelle di verniciatura, riparazione, restauro, lavaggio interni, spot repair... Seguiremo anche un corso specifico sull'auto elettrica per non mandare in tilt le centraline.
Siamo riparatori multimarca, un misto di Fiat, Alfa, Lancia, Volkswagen, Mercedes… e stanno aumentando le vetture asiatiche. Oggi siamo su una media di cinque-dieci ingressi a settimana, dal motorino alla biciletta al pullman, dall'utilitaria alla supercar.

Convenzioni assicurative ne avete?
Con Vittoria e Gruppo Reale Mutua. Le collaborazioni le scegliamo. La faccia è la nostra, il nome è Lorenzi. Il cliente che viene da noi, convenzionato o no, deve avere lo stesso trattamento. Dove abbiamo accettato è perché c'era un buon compromesso, un guadagno senza pregiudicare la qualità dell'intervento.

Qualità dell'intervento è utilizzare ricambi originali?
Se possiamo decidere noi, originale tutta la vita: è un altro ricambio, è creato apposta per quella vettura. Se la scelta è solo nostra è solo originale. Se il cliente ha bisogno di risparmiare, a volte preferisco girargli il mio sconto ma montare originale.

Che arriva in Viale dell'Artigianato con Doc...
Da un'eternità. Era passato Roberto - bravissimo, sono sempre stata fortunata con i promoter Doc - a proporci il servizio, senza spingere; lo abbiamo collaudato e ci è piaciuto per tanti motivi. Abbiamo la possibilità di parlare con la concessionaria, di avere consigli tecnici da chi lavora sempre e solo con quel marchio; abbiamo la doppia consegna; abbiamo gli sconti che restano ottimi perché il referente è sempre la concessionaria.
E poi abbiamo Carla (Bonetti, promoter di riferimento, NdA), il miglior promoter che potessi desiderare: risolve qualunque problema, qualunque magagna. Quando mi arrivano i questionari della Doc, io che sono una rompiscatole amo dire dove si può migliorare ma anche dove sono contenta. Ed esprimo tutto il mio rispetto per Carla.

I ricambi come li ordina?
Preferisco usare Integra perché, rispetto al telefono o alla mail, è molto più rapido, semplice e intuitivo. Quello che forse può non andare bene è quando mi serve il parere del magazziniere e allora chiamo.

E le rispondono?
Dipende, varia molto da concessionaria a concessionaria. Ce ne sono di bravi e preparati, magari qualcuno più incasinato di altri, ma rispetto ai primi tempi le cose sono un po' cambiate, in meglio. Alcuni si limitano a fare lo stretto indispensabile, altri sono bravissimissimi, come Carla.

Bravissimissimi anche in Carrozzeria Lorenzi?
Ci piace risolvere il problema al cliente, essere al suo servizio, a volte proporgli una soluzione alternativa.
Da quello che raccontano - abbiamo clienti che vengono non solo dal paese ma da Bergamo, da Milano - ci scelgono per la cortesia, la disponibilità, la fiducia che ispiriamo; quando hanno un sinistro sono agitati e sentirsi dire che ci pensiamo noi li tranquillizza. Sanno che si possono fidare e affidare. L'esperienza aiuta.

  • Mercato Europa: a giugno forte calo
    19 luglio 2019 - Dopo il breve cenno di stabilità archiviato dal mercato europeo dell'automobile nel mese di maggio (+0,04 per cento), a giugno torna a registrarsi una flessione, come già nei primi 4 mesi dell'anno. Secondo i dati diffusi dall'Acea, l'Associazione dei Costruttori Europei, a giugno 2019 le vendite di autovetture nuove nell'Europa dei 28+EFTA sono state...

  • Cara auto, oltre 196 miliardi nel 2019
    17 luglio 2019 - Aumenta la spesa per l'acquisto dei carburanti (62 miliardi di euro, +0,4 per cento rispetto al 2018), diminuisce quella per l'acquisto di autoveicoli (48,6 miliardi di euro contro i 50,5 dell'anno scorso), crescono i costi per la manutenzione e le riparazioni di autoveicoli (40,4 miliardi nell'anno in corso, erano stati 39,3 nel 2018) come...

  • Auto e futuro, Ford-Vw: alleanza da 7 miliardi
    15 luglio 2019 - Qualcuno lo ha già ribattezzato "The Big Deal", il grande accordo. Certo, quello tra Ford e Volkswagen è destinato ad imprimere una forte accelerazione ai cambiamenti che stanno investendo tutti i grandi produttori di auto nel mondo. I due colossi americano e tedesco sono acerrimi rivali, soprattutto sul mercato statunitense, ma hanno deciso lo stesso...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK