Ivan Autoriparazioni è nuova a Urgnano:
sabato 20 ottobre l'inaugurazione

Avrebbe anche comprato dove era in affitto, Ivan Sangalli, ma quando finalmente l'erede del proprietario si è decisa a vendere, la sua attività si era sviluppata al punto che... "non ci sarei più stato. E così", racconta il titolare di 'Ivan Autoriparazioni' di Urgnano (Bg), "ho investito nell'acquisto di una sede nuova, di 700 metri quadrati coperti anziché 400, un piazzale di mille e due cancelli in entrata e in uscita".

Restando a Urgnano?
Restando a Urgnano. La nuova sede è in Via Curti 1227, a meno di due chilometri da dove sono stato fino a metà agosto. Le ferie le ho fatte qui. Siamo operativi da due mesi, ma l'inaugurazione ufficiale è prevista sabato 20 a partire dalle quattro del pomeriggio e fino a mezzanotte.

Chi ha invitato?
Clienti, fornitori... e chi vuole venire! Ho mandato un po' di mail, di messaggi WhatsApp, e distribuito mille volantini.
Si berrà e mangerà a gogo, e si potrà visitare tutta l'officina, davvero all'avanguardia: per esempio, al posto dei fusti dell'olio abbiamo lo spillatore, e banchi rosso fluo stile motogp, ognuno con il proprio carrello degli attrezzi estraibile, la propria luce, la propria tapparella... sono postazioni di lavoro completamente autonome.

Tutte occupate?
Oggi siamo io, un operaio e uno stagista (oltre a una persona in amministrazione), e c'è un altro dipendente in arrivo.
Ho aperto nel gennaio 2008, dopo aver lavorato come meccanico 11 anni a Orio al Serio e 13 a Zanica, dove speravo di diventare socio quando il titolare fosse andato in pensione. Invece è subentrato il figlio e per me si prospettava il solito lavoro. Ho preferito rischiare e mettermi in proprio.

Con il senno di poi direbbe che ha fatto bene?
Ci sono giorni che devi correre fino alle 10 di sera e altri che giri tranquillo. Arriva di tutto: l'utilitaria e il veicolo commerciale, il Suv e il fuoriserie... Siamo multimarca, anche se a volte non sembrerebbe: certe settimane ho qui tutte Mercedes, e in altre vedo soltanto Bmw o Fiat... Oppure periodi in cui fai solo frizioni o solo distribuzioni...
Ma quello che conta è che dal 2008 il lavoro è sempre aumentato.

Ha clienti fedeli?
Il meccanico è un po' come il dottore: ti devi fidare. Io non ho mai fatto pubblicità, ho sempre lavorato sul passaparola, e ho clienti che arrivano da Lodi, da Pavia...
La mia disponibilità è 24 ore su 24: faccio anche soccorso stradale, servizio gomme, elettrauto, impianti gpl e metano, aria condizionata. Mentre per le revisioni e la carrozzeria mi appoggio a colleghi che sono qui attaccati.
Certo devi avere il prezzo: se sei bravo ma spari prezzi fuori del normale il cliente se ne va.

Monta ricambi originali?
Quando posso. Tante volte costano meno di uno di concorrenza. Proprio la scorsa settimana ho ordinato un cuscinetto di una ruota posteriore di una Range Rover Sport e costava meno del ricambio di concorrenza. Siccome gli ordini li faccio con il computer, spesso i prezzi li controllo online, e come lo faccio io lo fa anche il cliente.

Lei ordina e Doc consegna?
Due volte al giorno, a mezzogiorno e dopo le sei del pomeriggio. Il servizio è puntuale, ma se ci fosse una terza consegna sarebbe ancora meglio: anche se fai il lavoro in giornata o per il giorno dopo, il cliente ha sempre fretta. Mi è capitato di rimandare un lavoro a due giorni e l'ho perso.
Il tempo è davvero prezioso, lo vedo io quando ho bisogno di supporto dalle concessionarie, magari per codificare una centralina: ci sono quelle sollecite, che aprono la porta dell'officina, e quelle che chiami e ti metti in coda. E puoi solo aspettare.

  • Italiani: “auto e buoi dei paesi tuoi”
    18 gennaio 2019 - Gli italiani risultano legati al Made in Italy per la scelta della prima auto: è quanto emerge dall'ultima indagine di automobile.it, piattaforma di compravendita di auto usate di proprietà del gruppo eBay. E ci sono differenza tra uomini e donne sulla tempistica degli acquisti. La ricerca, realizzata su un campione di 1.000 intervistati...

  • Carpooling, che passione!
    16 gennaio 2019 - Fare il tragitto casa-lavoro con colleghi e dipendenti di aziende limitrofe, lasciando a casa la propria auto quando non si è 'di turno' alla guida, ha permesso di togliere dalle strade 116.569 auto e di risparmiare 3.120.385 chilometri, un dato cresciuto dell'82 per cento nel 2018 rispetto al 2017. Ne hanno beneficiato, ovviamente, sia il portafoglio...

  • Veicoli commerciali: 2018 con segno meno
    14 gennaio 2018 - Dopo un primo semestre con vendite allineate a quelle del 2017 e un forte peggioramento a partire da settembre, complice una non completa disponibilità di prodotti rispondenti alle nuove norme di omologazione, entrate in vigore il 1° settembre per gli autocarri di fascia di peso più bassa, i veicoli commerciali chiudono l'anno 2018 con una flessione...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK