Carrozzeria Fratelli Tomasini,
“I clienti si fidano di noi"

"La macchina deve uscire perfetta". Roberto Tomasini, socio titolare insieme al fratello Giovanni di 'Carrozzeria Fratelli Tomasini', riassume in una frase la politica dell'azienda di Treviglio (Bg). Che da più di 40 anni ha fatto della qualità la sua bandiera.

Correva l'anno 1977?
Sì, ha avviato l'attività Giovanni mentre ero a militare, io sono entrato in società l'anno dopo. Siamo in pensione tutti e due, mio fratello da quasi dieci anni, ma fisicamente stiamo bene, adoriamo questo lavoro e... siamo qui anche la domenica!

Qui dove?
In Via Enrico De Nicola, dal 2002. Ci siamo trasferiti non per esigenze di spazio ma per fare qualcosa di diverso e innovativo, con altri impianti e attrezzature. La vecchia sede era di antica concezione, era meglio ripartire da zero che ristrutturare.
È un capannone di proprietà, 900 metri quadrati coperti di officina oltre agli uffici e a un salone intorno ai 200 metri quadrati al piano superiore; era nato per mettere le vetture riparate ma alla fine ci teniamo le nostre.

Che cosa riparate?
È un parco medio alto, ma entra di tutto, dal Ferrari alla 500 alla Ypsilon del 1995. Poi c'è il periodo in cui arrivano 30 Fiat e il periodo in cui arrivano 20 Mercedes... Per la maggiore vanno sempre le solite: Fiat in primis e poi Mercedes, Gruppo Volkswagen e a scalare le altre. Anche tante Opel, siamo carrozzeria autorizzata.
Ripariamo una ventina di auto alla settimana, anche veicoli commerciali fino a 35 quintali; più grossi è impossibile, occorrerebbero forni di un'altra dimensione.
Fratelli Tomasini ha quattro dipendenti, due amministrativi e due operai, e cerca di dare un servizio a 360 gradi: tranne i tagliandi, facciamo anche lavorazioni di meccanica. Dove non ci si arriva ci si appoggia all'esterno. Idem per le gomme, compriamo noi e per il servizio ci appoggiamo fuori, ma il cliente ha sempre 'Tomasini' come riferimento.

Clienti da dove?
L'80 per cento è canalizzato dalle compagnie assicurative. Arrivano da Treviglio e da fuori: Milano, Lodi, Crema... Clienti che vengono qui anche se strada facendo ne trovano altre, di carrozzerie.

Ha accennato alle compagnie assicurative...
Sì, siamo convenzionati con quasi tutte le compagnie, abbiamo trovato un compromesso. E abbiamo accordi con ALD e Car Server. Non ne voglio altre perché non riuscirei a starci dietro, e non faccio accordi con compagnie che ti impongono i ricambi.

A proposito... che ricambi si montano in Fratelli Tomasini? 
Solo ed esclusivamente originali, perché la macchina deve uscire perfetta. Se vogliono riparare qui, sanno che utilizziamo ricambi originali. Poi può capitare la vettura da fare in economia, e in quel caso si monta un usato ma originale. Soltanto in casi eccezionali ripieghiamo su ricambi equivalenti.

I ricambi vi arrivano 'via' Doc?
Il grosso legame con Doc si è creato proprio per la comodità di essere serviti, abbiamo due consegne al giorno. Una volta facevamo noi la spola con le concessionarie, anche più volte al giorno. Siamo diventati clienti subito, appena ce lo hanno proposto abbiamo accettato senza pensarci due volte.
Bene anche il pagamento centralizzato, e poi abbiamo sempre avuto un riscontro positivo con tutti i promoter che si sono avvicendati nel corso degli anni.

I ricambi come li ordina? 
Da portale, per quasi tutti i marchi. Ordiniamo anche con Integra. Il telefono invece lo usiamo pochissimo, solo per essere certi che il magazziniere abbia visto l'ordine. Abbiamo sempre tanta fretta e poco margine di tempo.

Viaggi premio AsConAuto ne avete vinti?
L'ultimo in Sudafrica, siamo partiti io e mia moglie. Un viaggio organizzato perfettamente, bellissimo, anche più bello di quello a Bali-Singapore.
In area riservata entro per guardare la classifica e le promozioni, anche se quelle le segnala il promoter e le vedo nei portali delle concessionarie.

Perché i clienti scelgono 'Tomasini'?
Io sento sempre i clienti che dicono: "Non vado là, preferisco che ripariate voi, so che riparate bene". Dopo 42 anni sul territorio il nome è una garanzia. La gente si fida.

  • Sostenibilità: il giro delle Alpi è “elettrico”
    26 giugno 2019 - Scatterà il prossimo 4 luglio da Cogne, in Valle d'Aosta, e si concluderà il 10 luglio a Bled, in Slovenia, la prima edizione dell'Alpine Pearls E-Tour, una sorta di "Mille Miglia" riservata alle auto elettriche. Saranno impegnate sette auto (Nissan, Renault, Tesla, Bmw e Jaguar) completamente elettriche che percorreranno un tragitto che unirà...

  • Popmove, cercasi scambisti
    24 giugno 2019 - Svelata la misteriosa campagna di lancio 'Cercasi scambisti', che dal 10 al 23 giugno ha tappezzato ogni angolo di Roma con cartelloni dallo slogan tanto provocatorio quanto criptico. Protagonista Popmove, Social Mobility Network che permette di trovare un'auto quando se ne ha bisogno e condividere la propria quando non...

  • Crisi diesel: a rischio 150mila posti
    21 giugno 2019 - Preoccupata del continuo calo delle vendite dei modelli diesel, Bosch lancia l'allarme, attraverso Gerhard Dambach, amministratore delegato di Bosch Italia, sulle conseguenze che potrebbero derivare da una perdurante crisi commerciale di questa tecnologia che, dati scientifici alla mano, è oggi la più pulita in rapporto ai costi per l'utenza...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK