Fabio Beschi (Carrozzeria dei Colli),
"Originale per la sicurezza del cliente"

Nove ore e mezza di lavoro nella sua carrozzeria e poi via "in palestra o a giocare a calcio o a cercarmi una morosa". Fabio Beschi, insomma, fa la vita di molti suoi coetanei, ma non sono tantissimi quelli che a 19 anni erano già titolari di un'attività. È a quell'età infatti, che rileva Carrozzeria dei Colli a Desenzano del Garda (Bs).

Verrebbe da chiederle, a distanza di sei anni, chi gliel'ha fatto fare...
Papà, verniciatore da 40 anni ma sempre sotto padrone. Quando ha saputo che i gestori di questa carrozzeria sarebbero andati in pensione mi ha proposto di rilevarla. Io avevo smesso di studiare da elettricista e lavoravo in un'azienda che produce cavi elettrici, ma aspettavo solo di poter iniziare a fare il carrozziere. Papà mi ha detto "ti appoggio, ti insegno io" e così sono partito. Siamo soci alla pari e io sono il legale rappresentante. In pochi anni, dal 2016 a oggi, è cambiato tutto.

Non la sede...
E nemmeno il nome, che abbiamo mantenuto perché era conosciuto. È un capannone di 500 metri coperti oltre a un piccolo piazzale. Siamo nella zona industriale ma vicina al centro.

Centro servizi da subito?
Cerco di offrire al cliente più servizi possibili, poi se c'è qualcosa che non possiamo fare, come la tappezzeria, lo indirizziamo. Idem per la meccanica.
L'attività è di carrozzeria, anche con le nanotecnologie. Nel colorificio dove acquistiamo le vernici c'è una persona che conosce mio padre da anni e mi ha consigliato. Faccio anche cose un po' particolari, come riverniciare i sedili in pelle quando non sono più recuperabili, ovviamente con dei prodotti appositi, ho fatto il corso.

Come sta andando questo 2022 post pandemia?
Durante il Covid gli ingressi sono calati molto, la gente esitava prima di spendere soldi. Il lavoro è ripartito bene, come se il Covid non ci fosse mai stato, questa primavera, insieme alla guerra in Ucraina. È brutto da dire ma si è smesso di parlare di Covid e il lavoro è tornato normale, la televisione fa tanto.
Ripariamo soprattutto auto di privati, per la maggior parte sono bottarelle, qualche volte entra l'auto d'epoca. Funzioniamo come una piccola catena di montaggio: io smonto e rimonto, papà raddrizza le botte, l'operaio gratta, stucca e prepara.
Contiamo una decina di ingressi a settimana, il grosso sono utilitarie e poi qualche Mercedes, Audi, Bmw... A Desenzano gente con la 'pila' c'è.

Tanti turisti?
Tanti arrivano da Milano in vacanza e mi lasciano l'auto da sistemare; e alcuni tedeschi, che sono molto disponibili, apprezzano il lavoro fatto e lasciano anche la mancia! Peccato che sia un turismo soprattutto estivo...

Convenzioni ne avete?
Nessuna. Non ci siamo legati a nessun marchio perché ci sarebbero troppe spese e avremmo i padroni in casa nostra, e non ci siamo vincolati a nessuna compagnia di assicurazioni o di noleggio perché ti imporrebbero la loro tariffa oraria.
Ho aperto senza un euro, a 19 anni, ho un mutuo che conto di finire di pagare tra un paio d'anni. Per ora mi sto informando e formando, ho appena fatto un corso con DOC sugli Adas.

A proposito di DOC. Cliente da molto?
Mi sono iscritto qualche anno fa ma sono cliente effettivo da fine 2021. Le consegne sono regolari due volte al giorno, mattina e pomeriggio, e per fare l'ordine c'è il portale, molto più sbrigativo del telefono. Non sopporto la 'canzoncina', in ufficio ci sto poco e devo starci il meno possibile.
La maggior parte sono ricambi originali: perché si dà una sicurezza al cliente innanzitutto, poi perché come lavorazione si fa più alla svelta, l'originale è il suo, va su subito.
E se mi serve assistenza i magazzinieri sono disponibili. Adesso, per esempio, ho una Porsche Taycan con un preventivo da 60mila euro; in concessionaria mi hanno già detto che se ho bisogno, anche per smontare qualcosa, mi mandano le istruzioni.

La stessa disponibilità che il cliente trova in Carrozzeria dei Colli?
Io cerco sempre di dare il meglio di me stesso quando faccio il lavoro, e sono sicuro che chi viene da me non torna per lo stesso motivo. Mi prendo il mio tempo per fare le cose fatte bene.

  • MobilitAria 2022, così così
    5 ottobre 2022 - Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Reggio Calabria, Torino, Venezia. Sono le 14 città metropolitane italiane per le quali sono stati analizzati i dati della mobilità e della qualità dell'aria al 2021 nell'ambito della Campagna europea Clean Cities. I risultati sono confluiti nel rapporto...

  • Auto d’epoca da Padova a Bologna
    3 ottobre 2022 - Dal prossimo anno il Salone classic Auto e Moto d'epoca, rinomata mostra mercato europea del settore, si trasferirà da Padova a Bologna. Nel luglio scorso Padova Hall, la società che controlla Fiera di Padova, ha ceduto la manifestazione a BolognaFiere: così a ottobre 2023 la 40esima edizione del Salone si svolgerà sotto le Due Torri...

  • Altro che schiavi dell'auto!
    30 settembre 2022 - È noto che l'Italia, nel confronto con Regno Unito, Spagna, Francia e Germania, vanta due primati poco invidiabili: il tasso di motorizzazione più elevato (642 auto per 1.000 abitanti contro la media di 553 degli altri Major Markets), e il circolante più anziano (12,2 anni, seconda solo alla Spagna). Gli italiani, con più di un'auto in famiglia, 'usano...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK