Carrozzeria Crippa al raddoppio:
a fine mese sarà anche a Bergamo

Ancora qualche settimana e a Bergamo aprirà i battenti una Carrozzeria Crippa in scala ridotta (nel rendering in home page, ecco come sarà) ma con i tratti distintivi in termini di professionalità e competenze dell'azienda di Arzago D'Adda (Bg). Con il fondatore e titolare, Antonio Crippa, ci siamo arrivati partendo da lontano, esattamente dal 1981. "Ho iniziato a lavorare a 13 anni, appena finita la scuola. Poi, tornato da militare, dopo un altro anno da dipendente mi sono detto 'se vogliamo cominciare cominciamo'. Mio papà mi ha dato un aiuto, abbiamo comprato il terreno e costruito un capannone che in origine era di 400 metri quadrati e adesso è di 3.500. Anche il terreno, all'inizio erano cinquemila metri, poi alla fine degli anni 80 abbiamo acquistato un altro pezzo fino ai 13.500 metri di oggi.

A quante persone date lavoro?
Siamo 25 in tutto. Mia moglie, che è anche mia socia, è in ufficio.

Assumerete anche nella nuova sede?
Per iniziare ci sarà nostra figlia Martina, che si è laureata due anni fa, è appena rientrata in azienda e seguirà l'amministrazione. Ma si creeranno sicuramente nuovi posti di lavoro, ho già avuto dei contatti che stiamo valutando.

Che cosa troverà il cliente in Via San Bernardino a Bergamo?
Una carrozzeria in centro città. È quasi pronta, abbiamo posato i pavimenti venerdì e abbiamo già imbiancato. In settimana cominceremo a portare le attrezzature, tutte nuove.
Sono 300 metri quadrati al piano terra e altri 300 nel seminterrato per le vetture sostitutive. Non c'è il forno di verniciatura. Faremo i lavori più veloci, mentre quelli più importanti saranno portati ad Arzago.
Bergamo sarà anche un centro di raccolta, una comodità per il cliente che non deve arrivare fino ad Arzago. Lui ci lascia la sua macchina, se ne va con un'auto sostitutiva, e a quel punto saremo noi a valutare se fare la riparazione ad Arzago o a Bergamo.

Lavorate solo su prenotazione?
Ci arrivano macchine tutte prenotate, se però c'è un cliente in emergenza lo accogliamo.
Siamo convenzionati con ACI per il soccorso stradale; anch'io ho due carri attrezzi, ma li uso per prendere e consegnare le vetture o portarle in concessionaria.

Un'idea del giro di lavoro?
40 macchine alla settimana. Siamo autorizzati Porsche, Jaguar e Land Rover, Gruppo Volkswagen, Fiat, Alfa e Lancia, quindi abbiamo comprato attrezzature costosissime e fatto - e continuiamo a fare - corsi particolari sia all'estero che in Italia.
Arzago è un paesino di 1.500 abitanti, abbiamo clienti dai paesi limitrofi e poi da Lodi, Crema, Milano, Bergamo...
Facciamo anche gomme e meccanica inerente al lavoro di carrozzeria.
Ripariamo tantissime Porsche perché lavoriamo per tutte e due le concessionarie di Milano; tante Bmw perché lavoriamo con le concessionarie Bmw di Lodi, Crema e Bergamo; ripariamo parecchie Range Rover e Jaguar perché siamo carrozzeria autorizzata per le province di Lodi, Cremona, Bergamo e Brescia.

Auto elettriche ne riparate?
Per ora tanto ibrido, solo elettrico non ancora. Però ci stiamo preparando, c'è molto da vedere. Si sono mosse Jaguar, Porsche e anche Volkswagen. Prima partecipano le concessionarie, noi cominceremo a mandare i nostri dipendenti penso entro fine anno, massimo inizio anno prossimo.

Avete convenzioni assicurative?
Siamo fiduciari di quasi tutte le compagnie di assicurazioni. I primi anni convenzionavano un po' di tutto, ultimamente vedo che stanno selezionando, stanno puntando su carrozzerie di livello. Ti riconoscono quel qualcosa in più.
Invece, non abbiamo accordi con le compagnie di noleggio. Non riesco a essere competitivo con le tariffe che offrono loro. Sarei obbligato a fare lavori... non da Carrozzeria Crippa.

I lavori "da Carrozzeria Crippa" prevedono l'utilizzo di ricambi originali?
Io lavoro solo con i ricambi originali. Perché non c'è perdita di tempo; se monto un ricambio di concorrenza e voglio che il lavoro venga fatto bene, con il tempo che gli dedico vado a comprare l'originale!
E poi noi rilasciamo sempre un certificato di garanzia di due anni su tutti i lavori, con i ricambi non originali non riuscirei, soprattutto su certe riparazioni.  

Doc è di casa, immagino...
Quando vent'anni fa Doc ha cominciato io c'ero. Siamo clienti da 40-50mila euro al mese. A me interessa la consegna a domicilio, veloce, due volte al giorno, puntuale. Se i ricambi sono disponibili, i ricambi arrivano. Gli autisti e il promoter sono molto bravi, sono tutti bravi. Si interessano, chiedono...

Anche con le concessionarie fila tutto così liscio?
Devo dire che con le concessionarie con cui lavoriamo i rapporti sono ottimi, se serve qualcosa abbiamo una corsia preferenziale. Ma anche con le altre, quando ho chiesto ho sempre avuto un appoggio.

Si faccia pubblicità: in Carrozzeria Crippa perché?
Perché sono simpatico! Scherzi a parte, quando ho iniziato, nel 1981, dicevo: "Cominciamo, una decina d'anni di sacrifici e...". Sono passati più di 35 anni, di sacrifici ne faccio ancora ma mi sto levando delle belle soddisfazioni, come per esempio essere cercati da belle concessionarie.
E poi abbiamo tantissimi clienti privati: con quello che stavo salutando prima di questa intervista stavamo parlando proprio della soddisfazione; ti viene di stare qua, sono 30 anni che vengono.

  • Settembre, riparazioni in calo
    18 ottobre 2019 - I prezzi si sono mantenuti su livelli normali e la situazione è di stabilità ma, a settembre, il sentiment del settore assistenza secondo il Barometro dell'Osservatorio Autopromotec non è esattamente positivo. La quota di autoriparatori che segnalano un alto livello di attività di officina è del 14 per cento, in calo rispetto al 24 e al 20 per cento...

  • Seat cambia pelle e diventa Cupra
    16 ottobre 2019 - In accordo con Herbert Diess, numero uno del Gruppo Volkswagen, e soprattutto per supportare la strategia di cambiamento che è stata annunciata dallo stesso Diess al Salone di Francoforte, il top management di Seat potrebbe decidere di cambiare il nome dell'azienda spagnola e trasformarlo in Cupra, come...

  • Grandi flotte, l'elettrico non sfonda
    14 ottobre 2019 - Nonostante gli eco-bonus previsti dal Governo nel 2019, l'offerta di vetture elettriche non sfonda nemmeno nel settore delle grandi flotte aziendali. A frenare i driver, che preferiscono affidarsi a veicoli diesel, sono limiti di autonomia, rete infrastrutturale insufficiente e scarsa conoscenza del prodotto. Migliora, per contro, la percezione delle...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK