Urgnano, Autoriparazioni Cavalleri
ora è anche Centro revisioni

"Papà è in giro con il carro attrezzi, in questo momento è a Venezia". È esteso il raggio d'azione dei mezzi di soccorso di 'Autoriparazioni Cavalleri Srl Soccorso Stradale', azienda di Urgnano (Bg) operativa dal 1980 che da poco ha ulteriormente ampliato l'offerta di servizi. Ne abbiamo parlato con Moris Cavalleri, socio titolare con il padre e fondatore Gianmario.

Qual è la grande novità di Via dei Curti?
Le revisioni. Prima le portavamo a fare fuori, poi ci siamo resi conto che 30-40 al mese erano di nostri clienti e abbiamo pensato di investire in un Centro revisioni. Il capannone era libero e ci siamo detti "proviamo".

È una struttura a sè?
Autoriparazioni Cavalleri è un insieme di tre capannoni, tutti di proprietà: l'officina di circa 750 metri quadrati coperti, il deposito giudiziario, e sono altri 1.500, infine il Centro revisioni che occupa 300 metri quadrati. Lo abbiamo aperto da un paio di settimane, dopo sei mesi che aspettavamo i permessi. Se prende piede come ci aspettiamo, dovremo assumere un responsabile tecnico solo per le revisioni.

L'attività com'è segmentata?
Siamo soccorso stradale h24 IMA Italia Assistance e abbiamo quattro mezzi per il soccorso leggero fino ai 35 quintali e due carro attrezzi adibiti al soccorso pesante (un'auto gru e una forca) con cui copriamo un pezzo di Autostrada A4. Siamo deposito giudiziario per le forze dell'ordine. Abbiamo un'officina mobile che interessa soprattutto i mezzi pesanti per cambi gomma su strada, oppure le auto sprovviste di ruota di scorta. Infine, ci siamo aggiudicati un appalto della Provincia per fornire il servizio di ripristino post incidente: ci chiamano per pulire macchie d'olio, togliere vetri, detriti... in modo da permettere di ripristinare la circolazione.
Come attività, i soccorsi vanno dai tre ai cinque al giorno, mentre il grosso - dieci, undici vetture al giorno - è riparazione a livello di motoristica, elettronica e gomme. Ripariamo anche veicoli commerciali e mezzi pesanti.

Su appuntamento?
Sulla manutenzione programmata in genere sì, poi può capitare l'urgenza per chi rimane a piedi.

Convenzioni con le compagnie di noleggio ne avete?
Ripariamo le flotte di Locauto e di Sifà (e in entrambi i casi ai ricambi provvediamo noi), di LeasePlan (i ricambi li mandano loro ma hanno alzato di un paio di euro la manodopera) e di Car Server, mentre per Arval forniamo il solo servizio di soccorso. Lavoriamo anche con tante ditte che hanno parchi auto ALD Automotive, il nostro prossimo obiettivo.
E poi abbiamo un appalto con Carabinieri e Guardia di Finanza della provincia di Bergamo per la riparazione delle vetture.

Più clienti flotta o clienti privati?
Sui dieci ingressi al giorno, due clienti arrivano dalle flotte e otto sono privati.

Marchi?
Quello che circola, dall'utilitaria al suv. Cominciamo a riparare qualcosa di ibrido, soprattutto a noleggio. Per l'elettrico ci siamo formati per il soccorso stradale e per la motoristica ci stiamo attrezzando.

Siete clienti Doc Ricambi Originali. Una scelta di qualità?
Montiamo il ricambio originale perché è originale ed è superiore in tutto. Su certi tipi di macchina è una scelta esclusiva nostra, per altre è una richiesta specifica del cliente. E poi, tanti componenti in aftermarket non ci sono nemmeno.

Del servizio Doc cosa mi dice?
Siamo clienti dall'inizio, ci troviamo bene. Il motivo principale è proprio il servizio di consegna, due volte al giorno tutti i giorni. Doc è qua tutti i giorni. È una buonissima cosa: telefoni, ordini e i ricambi arrivano. Carla (Bonetti, promoter di zona, NdA) è un riferimento, brava, capace. Se serve con urgenza un ricambio che non è arrivato si attiva subito.
E poi l'aggancio con la concessionaria, chiami il magazzino ed è disponibile. La scontistica è sempre migliorabile, però la concessionaria dà una grossa mano.
Io ordino per telefono, è la cosa migliore, ti capisci; magari mandi la mail in diretta, mentre stai parlando, e in cinque minuti hai fatto l'ordine.

Quanto compra?
Almeno 10-15mila euro di ricambi al mese. Non che l'obiettivo sia vincere l'OTP, però se vinco è meglio.

Cosa dicono i clienti di 'Cavalleri'?
Siamo onesti e pensiamo di trattare bene il cliente, di dargli un servizio dalla a alla zeta, anche se al giorno d'oggi è difficile accontentare tutti. Facciamo tanta pubblicità, manifesti, tv, giornali, radio, social… Chi ci sceglie è perché ci conosce.

  • Alimentazioni: lunga vita a diesel e benzina!
    21 agosto 2019 - Il punto di vista di Bosch, che è il maggiore fornitore di componentistica e sistemi automotive al mondo, sullo sviluppo a medio e lungo termine delle tecnologie di propulsione, è sicuramente molto autorevole. Attraverso la sua divisione Mobility Solutions, che fattura oltre 47 miliardi di euro all'anno, Bosch spazia infatti da piccole parti...

  • Autostrade, torna il Tutor
    19 agosto 2019 - Autostrade per l'Italia informa che la Corte di Cassazione ha ritenuto del tutto infondati i motivi per i quali la Corte di Appello di Roma in data 10 aprile 2018 aveva ritenuto che il sistema di controllo della velocità media, cosiddetto Tutor, violasse le norme relative alla proprietà intellettuale della società Craft e dovesse essere rimosso. Aspi ha già...

  • La micromobilità ha bisogno di regole
    16 agosto 2019 - Mentre si prepara a ospitare 'E-mob', terza edizione della conferenza nazionale della mobilità elettrica in programma dal 27 al 29 settembre, Milano deve risolvere il problema della circolazione dei monopattini a batteria. Palazzo Marino ha già dato il via libera alla sperimentazione della micromobilità elettrica, quindi chiunque voglia utilizzare...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK