Marco Ronchi (Carrozzeria R.C. Car),
“Tasse? Meglio investire nell’azienda"

"L'onestà, tutto lì. Mi piace che i clienti dicano: Marco perché è onesto". È un "tutto lì" che vale una reputazione e un'azienda sana. Eccola nelle parole di Marco Ronchi, titolare unico di Carrozzeria R.C. Car a Botticino (Bs).

Mi sembra che ci sia molto altro da raccontare...
Ho avviato l'attività a luglio 2004, oggi mi chiedo "chi me l'ha fatto fare", ma in quel momento ero giovane, avevo 24 anni e non avevo ancora il pensiero di una famiglia. Ero giovane ma con dieci anni di esperienza. Dopo qualche mese al professionale Moretto papà mi ha preso per le orecchie e mi ha mandato a lavorare, l'unico modo per potermi permettere la passione per le moto da cross.
La sede principale è la stessa, adesso però ho due capannoni a cento metri l'uno dall'altro, la carrozzeria e un'officina aperta a gennaio 2020.

Si è chiesto ancora "chi me l'ha fatto fare"?
Me lo sono chiesto sì, ma il sistema lavorativo in Italia ti 'impone' di crescere o di pagare in tasse. Meglio investire. La ragione sociale è la stessa, ho aggiunto un ramo d'azienda: gommista, autoriparazione e vendita.
La carrozzeria è di 500 metri quadrati coperti più 300 di piazzale, l'officina è di 400 metri quadrati ed è in mano a un meccanico che fa un po' il jolly, nei tempi morti ci raggiunge in carrozzeria. Dove lavoriamo in nove.

Com'è stato il 2020?
Tagliandi e gomme ne abbiamo fatti in quantità, e per essere un primo anno con una sola persona e una pandemia in corso, direi che è andato benissimo.
In generale, tutta l'azienda ha lavorato bene, accogliamo una media di venti macchine a settimana tra privati e concessionari e rivenditori. Non abbiamo fasce, va bene tutto, può entrare dalla Panda alla Ferrari.

Ho visto che date la possibilità di prenotare online l'appuntamento in carrozzeria, funziona?
Abbiamo lanciato questa modalità almeno cinque, sei anni fa, da molto prima del Covid. Io non sono un uomo da computer, ma tutto quello che è social mi piace tantissimo: quando promuovevo la carrozzeria sui social di carrozzerie ancora non ce n'erano, adesso ci sono tutte.
La prenotazione online è andata all'inizio e va bene come primo contatto, però il problema della carrozzeria è che i sinistri vanno visti di persona; qualcuno ti manda le foto e ti chiede "quanto mi costa questo danno?", meglio che vieni qui e vediamo.

Invece, non vedo convenzioni...
Convenzioni? Non mi faccia dire parolacce. Quando ho aperto le assicurazioni non mi hanno dato i soldi, tutto quello che ho fatto l'ho fatto con i miei sacrifici. Investo in pubblicità, nella mia immagine, nei social. Non penso di essere il numero uno, ma è dal 2012 che sto incrementando il mio fatturato anno su anno.

Si arrabbia anche se le chiedo delle flotte?
Zero. Se fossi obbligato a scegliere punterei su una compagnia di noleggio e non su una assicurativa. L'assicurazione ti tira il collo e devi lavorare con un certo standard sulla macchina di un tuo cliente, rischiando di lavorare male mettendoci la faccia per far guadagnare l'assicurazione. Con la compagnia di noleggio, almeno la macchina è sua.

Quindi solo clientela privata in Via Molinetto?
Clienti privati e qualche ditta con piccoli parchi di proprietà, cinque, sei macchine non di più. Il passaparola mi sta portando clienti anche da fuori, ho riparato una CLA a un ragazzo di Milano che mi ha trovato su Facebook.

In fatto di ricambi qual è la scelta Ronchi?
Negli ultimi anni, se devo cercare il risparmio a tutti i costi preferisco l'usato, meglio usato originale che ricambi di concorrenza. Non ricordo un tempo in cui ho mai comprato cinesate, piuttosto giro al cliente un po' del mio sconto.
Quando si sono fatte macchine con i ricambi di concorrenza, e anche dopo aver spiegato al cliente la possibilità di eventuali difetti, il cliente ti dice di sì, poi la ritira ed è scontento.
Da DOC mi arrivano solo ricambi originali, non voglio tribolare.

A proposito di DOC...
Penso di essere con DOC da almeno dieci anni. Anche se le concessionarie le ho quasi tutte vicinissime, la consegna è un gran servizio: due volte al giorno e sempre puntuale, io mi gestisco la clientela e programmo il lavoro. E quando ci sono novità passa Fabrizio (Ferraglio, promoter di riferimento, nda) a raccontarmele, non avendo problemi lo vedo solo per quello.

Tutto bene anche con le concessionarie? Il codice cliente DOC aiuta?
Il codice DOC nemmeno me lo chiedono più. Capita, per ricambi di marchi che ordino poco, di chiamare e sentirmi chidere il codice, ma per tutti gli altri vado via abbastanza diritto.

Qual è la sua miglior qualità?
L'onestà, tutto lì. Mi piace che i clienti dicano "Marco, perché è onesto".

  • Ecobonus già esaurito
    9 aprile 2021 - Decisivo per evitare il crollo delle immatricolazioni, insufficiente per coprire l'intero primo semestre. Stiamo parlando dello stanziamento di 250 milioni previsto dalla Legge di Bilancio che ha incentivato l'acquisto di vetture con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 135 gr/km, quindi anche a benzina o diesel di ultima generazione, e che è andato...

  • Borse di studio per il futuro dell’auto
    7 aprile 2021 - Unrae, l'associazione delle case automobilistiche estere, ha pubblicato il nuovo bando per l'assegnazione di 10 borse-premio per le migliori tesi di laurea dell'anno accademico 2020-21 sul tema del marketing automobilistico. Le borse di studio istituite dall'Unrae, giunte quest'anno alla 21esima edizione, sono rivolte a tutti gli studenti...

  • Ibridi leggeri anche a metano e Gpl
    5 aprile 2021 - Con una decisione della Commissione Europea, che ha accolto le richieste dei costruttori, le auto e i veicoli commerciali leggeri Mild Hybrid alimentati a metano, etanolo e Gpl sono ora equiparati agli analoghi mezzi Mhev con motori benzina o diesel e rientrano quindi nella classificazione di 'ibridi leggeri'. Beneficeranno dei meccanismi...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK