Andrea Corti, nuovo promoter
tutto entusiasmo e voglia di fare

Si lascia intervistare mentre è in vacanza. Se la disponibilità di un promoter si misura anche con il tempo libero che è disposto a sacrificare, beh... con Andrea Corti il consorzio Doc Ricambi Originali Brescia-Bergamo ha fatto bingo. Eccolo con tutto il suo entusiasmo.

Partiamo dalla foto: che ci fa accanto a un mezzo di soccorso?
Ho 44 anni e da 23 guido le ambulanze della Croce Bianca di Bergamo. Il volontariato è uno dei miei hobby insieme allo sport, in particolare sci e palestra.

Com'è approdato a Doc?
Sono di Bergamo città, prima di arrivare a Doc ero già nel settore delle carrozzerie e officine, gli ultimi anni in due aziende partner del consorzio, quindi i ragazzi - promoter e logistici - li conoscevo da 15 anni.
Poi nel 2017 l'azienda dove lavoravo ha deciso di non collaborare più con Doc, noi dipendenti non l'abbiamo digerita tanto bene, senza Doc siamo rimasti un po' così, la vendita stava diventando dura, c'era anche il discorso della partita iva...
Ho saputo che Domizio (Cattaneo, storico promoter Doc, NdA) era andato in pensione e mi sono proposto.

Il suo asso nella manica?
Conoscevo benissimo la clientela. Ho girato tutta la provincia di Bergamo, "in qualunque zona mi manderete", ho detto a Davide Zago, "io la conosco già".

Ed eccola in Doc...
Dal primo ottobre. Copro la Valle Seriana, la Val Cavallina e un pezzo della Val Calepio. Dei circa 300 clienti, tutti clienti di Domizio, molti si ricordavano di me. Anzi, dopo essermi presentato insieme al promoter di zona come agente della società partner, quando tornavo da solo dicevano "è arrivato quello della Doc". Per i riparatori era tutto Doc.

Oggi come si muove?
Bisogna vedere cosa c'è da fare: se non c'è una scadenza particolare, per esempio raccogliere i dati per la fatturazione elettronica, la routine ordinaria prevede che si parta dal cliente più grosso e a rotazione si visitino tutti. Ovviamente si guarda anche la logistica.
A volta bisogna reinventarla, se c'è un'urgenza, se c'è un cliente fuori mano... Io sono elastico.

E tanto disponibile?
La mia giornata inizia alle 8.30, in teoria... La sera a volte sono in palestra e mi suona il telefono, ma io sono uno ordinato, li ho memorizzati tutti... E comunque dopo le 7 di sera stop!

Adesso che è promoter Doc come li vede i 'suoi' riparatori?
Qualcuno, posso dirlo?, sembra rimasto all'età della pietra e si lamenta che non c'è lavoro. La crisi sembra un po' una scusa, chi si dà da fare il lavoro lo trova.

Sulla fedeltà all'originale quanto riesce ad essere incisivo Doc?
Bisogna crederci, c'è chi compra solo ricambi originali e non si guarda nemmeno intorno, non va a cercare altro. E c'è chi dice che l'originale costa troppo. Ma anche l'autoriparatore deve essere bravo a 'venderlo' al cliente, facendogli capire tutto quello che ha di più un ricambio originale rispetto a uno di concorrenza. Se sei un carrozziere e il ricambio sta su storto sembra che non sai fare il tuo lavoro, idem se sei un meccanico e dopo 4-5 ore di lavoro devi rismontare un pezzo. Con l'originale non succede, l'originale è garanzia.
Chi lavora bene lavora meglio anche grazie a Doc: non ha tempo da perdere, se va di persona a prendere il ricambio, il cliente che arriva in officina e non lo trova è un cliente che perde; con Doc invece non deve sistemare nessuna 'magagna'. E questo discorso vale sia per la carrozzeria che per l'officina.

Il valore aggiunto di Andrea Corti?
Devo sempre chiudere il cerchio. Voglio che il cliente abbia fiducia in me, nell'azienda con cui collabora e rimanga sempre fedele alla Doc, al ricambio originale e al servizio.
Integra, per esempio, è eccezionale, vai a dialogare nello stesso modo con 30-40 concessionari. È il Booking della situazione: cerchi un albergo e lo cerchi nello stesso modo sia che si trovi a Helsinki che in Sudafrica. Io ci sto lavorando, anche con persone di una certa età: "Dai che proviamo insieme". Non sono abituati, hanno paura di sbagliare. Con Integra gli semplifichi la vita.

  • Mercato Europa: a giugno forte calo
    19 luglio 2019 - Dopo il breve cenno di stabilità archiviato dal mercato europeo dell'automobile nel mese di maggio (+0,04 per cento), a giugno torna a registrarsi una flessione, come già nei primi 4 mesi dell'anno. Secondo i dati diffusi dall'Acea, l'Associazione dei Costruttori Europei, a giugno 2019 le vendite di autovetture nuove nell'Europa dei 28+EFTA sono state...

  • Cara auto, oltre 196 miliardi nel 2019
    17 luglio 2019 - Aumenta la spesa per l'acquisto dei carburanti (62 miliardi di euro, +0,4 per cento rispetto al 2018), diminuisce quella per l'acquisto di autoveicoli (48,6 miliardi di euro contro i 50,5 dell'anno scorso), crescono i costi per la manutenzione e le riparazioni di autoveicoli (40,4 miliardi nell'anno in corso, erano stati 39,3 nel 2018) come...

  • Auto e futuro, Ford-Vw: alleanza da 7 miliardi
    15 luglio 2019 - Qualcuno lo ha già ribattezzato "The Big Deal", il grande accordo. Certo, quello tra Ford e Volkswagen è destinato ad imprimere una forte accelerazione ai cambiamenti che stanno investendo tutti i grandi produttori di auto nel mondo. I due colossi americano e tedesco sono acerrimi rivali, soprattutto sul mercato statunitense, ma hanno deciso lo stesso...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK