Auto propria VS car sharing

In uno scenario post-Covid, l'automobile di proprietà resterà la soluzione meno cara rispetto ai mezzi pubblici o in sharing solo per chi percorre più di 8.000 chilometri ogni anno in ambito urbano ed extraurbano. È la conclusione a cui è giunta la Fondazione Filippo Caracciolo di ACI, che oggi ha presentato uno studio frutto dell'analisi di dati inediti forniti dagli operatori della mobilità condivisa o estratti dal Pubblico Registro Automobilistico, dalle risultanze delle scatole nere dei veicoli e dalle statistiche ACI-Istat sugli incidenti stradali.

Se una quattro ruote pesa sulle tasche degli italiani mediamente per 3.926 euro l'anno tra acquisto, carburante, tasse e spese di esercizio, ogni spostamento urbano costa intorno ai 4,5 euro in scooter sharing, 7,2 euro con un'auto condivisa, 11,9 euro in taxi e solo 1,5 euro in bus o in metropolitana. Cifre alte, quelle della mobilità condivisa, che pagano i costi indiretti di inefficienze e disservizi.  

Eppure, la convenienza dei sistemi di sharing è fuori discussione, ma occorrono adeguate politiche pubbliche. In uno scenario di promozione della mobilità sostenibile, a fronte della riduzione dei costi di car sharing di almeno il 15 per cento (legata alla minore perdita di tempo per la disponibilità di parcheggi riservati) e all'abbattimento del 10 per cento della durata delle corse in taxi (derivante da un aumento delle corsie preferenziali o dalla riduzione della congestione), le alternative all'auto privata risulterebbero più convenienti per una percorrenza complessiva annuale inferiore a 11.000 chilometri annui.

Quantificando tali benefici, il ricorso alla mobilità condivisa farebbe risparmiare alle famiglie ogni anno tra i 390 e i 935 euro rispetto all'uso dell'auto propria.

  • Acquistare l'auto online? Nì
    17 settembre 2021 - Comprare un'auto online è una possibilità per il 43 per cento degli italiani, come risulta dall'Automotive Customer Study di Quintegia presentato al Dealer Day. Una possibilità che si spiega con tre parole chiave - comodità, risparmio e immediatezza - e con una propensione all'e-commerce accelerata dalla pandemia. Già l'anno scorso, infatti...

  • Commerciali: estate sulle montagne russe
    15 settembre 2021 - Andamento altalenante per il mercato dei veicoli commerciali che, secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Unrae, registra in luglio una crescita del 2,8 per cento sul 2019, con 15.730 veicoli immatricolati, mentre ad agosto con 9.165 unità, i mezzi da lavoro evidenziano un calo del 2,7 per cento (il bimestre luglio-agosto segna...

  • Aftermarket, boom nel primo semestre
    13 settembre 2021 - Complice il confronto con i bassi livelli di gennaio-giugno 2020, nel primo semestre 2021 risultano in crescita a doppia cifra tutte e cinque le famiglie prodotto che fanno parte del Barometro Aftermarket ANFIA: Carrozzeria e abitacolo +24,53 per cento, Elettrici ed elettronici +29,59, Componenti motore +58,25, Componenti undercar +58,15...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK