Strade pericolose

74 incidenti su 100 nei centri abitati, 5 in autostrada, 21 su strade extraurbane. Sono i dati salienti contenuti nello studio realizzato da ACI 'Localizzazione degli incidenti stradali 2019", che ha analizzato i 36.526 sinistri, con 1.257 decessi e 58.535 feriti, avvenuti su circa 55.000 chilometri di strade della rete viaria principale del Belpaese. Rete su cui l'indice medio di mortalità è pari a 3,4 per 100 incidenti.

I veicoli industriali - autocarro, autotreno o autoarticolato, motrice - sono coinvolti nel 20,4 per cento degli incidenti in autostrada, una percentuale significativamente inferiore rispetto al 2018. Anno in cui gli incidenti sulla rete primaria sono diminuiti del 2,1 per cento (-779) e i decessi del 6,9 (-93).

Le autostrade urbane si confermano quelle con la maggiore densità di incidenti a causa degli elevati flussi di traffico e della pluralità di mezzi diversi. La Penetrazione urbana della A24 (13,2 incidenti/km), la Tangenziale Nord di Milano nel tratto Monza e della Brianza (10 incidenti/km) e la Diramazione di Catania A 18 dir (9,4 incidenti/km) sono le strade sulle quali si verificano più incidenti, mentre per la rete autostradale la media nazionale è di 1,2 incidenti/km.

Per le strade extraurbane, dove la media nazionale è di 0,6 incidenti/km, il triste primato spetta alla Statale 36 del Lago di Como e dello Spluga nei tratti in provincia di Milano (8,3 incidenti/km) e in provincia di Monza e della Brianza (7,6 incidenti/km), e alla SS 131 dir - Carlo Felice in provincia di Cagliari (7,2 incidenti/km).

Nel confronto 2019-2018, le strade nelle quali gli incidenti sono diminuiti in modo consistente sono la SS 313 di Passo Corese in provincia di Rieti, la SS 186 di Monreale in provincia di Palermo, la SS 254 di Cervia in particolare in provincia di Forlì-Cesena, la SS 211 della Lomellina nella tratta in provincia di Novara: la diminuzione degli incidenti è stata almeno del 45 per cento e non si sono verificati eventi mortali.

  • Acquistare l'auto online? Nì
    17 settembre 2021 - Comprare un'auto online è una possibilità per il 43 per cento degli italiani, come risulta dall'Automotive Customer Study di Quintegia presentato al Dealer Day. Una possibilità che si spiega con tre parole chiave - comodità, risparmio e immediatezza - e con una propensione all'e-commerce accelerata dalla pandemia. Già l'anno scorso, infatti...

  • Commerciali: estate sulle montagne russe
    15 settembre 2021 - Andamento altalenante per il mercato dei veicoli commerciali che, secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Unrae, registra in luglio una crescita del 2,8 per cento sul 2019, con 15.730 veicoli immatricolati, mentre ad agosto con 9.165 unità, i mezzi da lavoro evidenziano un calo del 2,7 per cento (il bimestre luglio-agosto segna...

  • Aftermarket, boom nel primo semestre
    13 settembre 2021 - Complice il confronto con i bassi livelli di gennaio-giugno 2020, nel primo semestre 2021 risultano in crescita a doppia cifra tutte e cinque le famiglie prodotto che fanno parte del Barometro Aftermarket ANFIA: Carrozzeria e abitacolo +24,53 per cento, Elettrici ed elettronici +29,59, Componenti motore +58,25, Componenti undercar +58,15...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK