Germania, auto in panne

In Germania, da sempre considerata la locomotiva d'Europa, l'auto non sarà più motore trainante per l'economia nazionale. Con inevitabili conseguenze su quella degli altri Paesi del Vecchio Continente. Secondo uno studio dell'istituto economico IW pubblicato oggi dall'Handelsblatt, "la pandemia ha colpito duramente il settore, in principio con uno shock dell'offerta e ora con uno shock della domanda dal quale si riprenderà solo nel lungo periodo".

L'industria chiave della Germania, che vale poco meno del 10 per cento del PIL e supporta diversi altri settori (produzione di metalli, vetro, ceramica, apparecchiature elettriche, ingegneria meccanica, telecomunicazioni...), è sotto pressione al pari delle altre nazioni europee per le restrizioni alle emissioni di CO2 ma più delle altre sta scontando gli effetti del dieselgate. E oggi, per la prima volta dopo un decennio, si trova di fronte a un problema pesantissimo di tagli del personale.

Domani l'incontro con la cancelliera Merkel alla presenza di esponenti del settore, del governo e delle regioni, in cui verranno esaminate misure come il mantenimento dell'IVA al 16 per cento e bonus d'acquisto già ribattezzati bonus CO2 per sostenere la domanda. Sul tavolo anche la possibilità , per limitare i dolorosi tagli all'occupazione, di ridurre l'orario di lavoro dalle attuali 40 a 32 ore.

  • Acquistare l'auto online? Nì
    17 settembre 2021 - Comprare un'auto online è una possibilità per il 43 per cento degli italiani, come risulta dall'Automotive Customer Study di Quintegia presentato al Dealer Day. Una possibilità che si spiega con tre parole chiave - comodità, risparmio e immediatezza - e con una propensione all'e-commerce accelerata dalla pandemia. Già l'anno scorso, infatti...

  • Commerciali: estate sulle montagne russe
    15 settembre 2021 - Andamento altalenante per il mercato dei veicoli commerciali che, secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Unrae, registra in luglio una crescita del 2,8 per cento sul 2019, con 15.730 veicoli immatricolati, mentre ad agosto con 9.165 unità, i mezzi da lavoro evidenziano un calo del 2,7 per cento (il bimestre luglio-agosto segna...

  • Aftermarket, boom nel primo semestre
    13 settembre 2021 - Complice il confronto con i bassi livelli di gennaio-giugno 2020, nel primo semestre 2021 risultano in crescita a doppia cifra tutte e cinque le famiglie prodotto che fanno parte del Barometro Aftermarket ANFIA: Carrozzeria e abitacolo +24,53 per cento, Elettrici ed elettronici +29,59, Componenti motore +58,25, Componenti undercar +58,15...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK