Ecobonus in esaurimento

Si è esaurito in un 'amen' il fondo di 100 milioni di euro, 50 in più di quelli inizialmente previsti, destinato a incentivare l'acquisto di auto con emissioni di CO2 comprese tra 91 e 110 g/Km. Ed essendo rimaste lettera morta le richieste di Unrae di ipotizzare sistemi di travaso delle risorse da una classe all'altra una volta arrivati all'esaurimento di una delle dotazioni previste o di immaginare un fondo complessivo per tutti i veicoli agevolati, ci sono oggi quasi 300 milioni di euro disponibili per chi intende acquistare auto meno inquinanti ma destinati a rimanere in tutto o in parte inutilizzati.

Come se non bastasse, i concessionari sono in difficoltà per una strozzatura legata al funzionamento della piattaforma che gestisce l'Ecobonus, che non può evadere più di 50 pratiche al giorno per ogni concessionario registrato, con la conseguenza che, con i fondi agli sgoccioli nella categoria 91-110, un cliente che pure ha concluso il proprio acquisto rischia di non vedersi concedere gli sconti perché la sua pratica è stata completata a fondi esauriti.

Critico il presidente di Unrae, Michele Crisci: "Il sistema messo in campo dal Governo contiene forti elementi di rigidità e alcuni profili incoerenti con quanto ritenuto essere lo spirito di sostegno e cioè la ripresa del mercato e il rinnovo del parco circolante. È più che mai urgente rifinanziare il fondo esaurito per non frenare la crescita di un settore già fortemente colpito nei mesi scorsi dall'emergenza sanitaria".

  • Acquistare l'auto online? Nì
    17 settembre 2021 - Comprare un'auto online è una possibilità per il 43 per cento degli italiani, come risulta dall'Automotive Customer Study di Quintegia presentato al Dealer Day. Una possibilità che si spiega con tre parole chiave - comodità, risparmio e immediatezza - e con una propensione all'e-commerce accelerata dalla pandemia. Già l'anno scorso, infatti...

  • Commerciali: estate sulle montagne russe
    15 settembre 2021 - Andamento altalenante per il mercato dei veicoli commerciali che, secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Unrae, registra in luglio una crescita del 2,8 per cento sul 2019, con 15.730 veicoli immatricolati, mentre ad agosto con 9.165 unità, i mezzi da lavoro evidenziano un calo del 2,7 per cento (il bimestre luglio-agosto segna...

  • Aftermarket, boom nel primo semestre
    13 settembre 2021 - Complice il confronto con i bassi livelli di gennaio-giugno 2020, nel primo semestre 2021 risultano in crescita a doppia cifra tutte e cinque le famiglie prodotto che fanno parte del Barometro Aftermarket ANFIA: Carrozzeria e abitacolo +24,53 per cento, Elettrici ed elettronici +29,59, Componenti motore +58,25, Componenti undercar +58,15...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK