Targhe portabili: forse è la volta buona

Il governo vuole finalmente chiudere il percorso della portabilità della targa delle automobili, che rimarrà la stessa anche quando si cambia il proprio veicolo. Secondo le anticipazioni del Sole 24 Ore infatti, il ministro dei Trasporti Toninelli avrebbe approntato uno schema di regolamento in materia da presentare al prossimo consiglio dei ministri: si prevedrebbe la targa personale per i 15 anni successivi all'acquisto di un'auto, anche nel caso in cui si dovesse cambiare poi nuovamente autovettura.

Con un risparmio di 41,78 euro, ovvero il costo di acquisto della targa stessa, mentre gli altri oneri (dal bollo alla motorizzazione) resterebbero immutati. È il caso di ricordare che in teoria, la targa personale in Italia esiste già da quasi un decennio, ovvero dalla riforma del Codice della Strada del 2010 che all'articolo 100 del testo del 1992 aggiungeva il comma 3 bis.

Quest'ultimo prevede che le targhe di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi "non possono essere abbinate contemporaneamente a più di un veicolo e sono trattenute dal titolare in caso di trasferimento di proprietà, costituzione di usufrutto, stipulazione di locazione con facoltà di acquisto, esportazione all'estero e cessazione o sospensione dalla circolazione". Da allora non se ne è comunque fatto niente, in attesa di un regolamento attuativo che non è mai arrivato. Chissà che questa volta non sia quella buona. Staremo a vedere.



  • Sostenibilità: il giro delle Alpi è “elettrico”
    26 giugno 2019 - Scatterà il prossimo 4 luglio da Cogne, in Valle d'Aosta, e si concluderà il 10 luglio a Bled, in Slovenia, la prima edizione dell'Alpine Pearls E-Tour, una sorta di "Mille Miglia" riservata alle auto elettriche. Saranno impegnate sette auto (Nissan, Renault, Tesla, Bmw e Jaguar) completamente elettriche che percorreranno un tragitto che unirà...

  • Popmove, cercasi scambisti
    24 giugno 2019 - Svelata la misteriosa campagna di lancio 'Cercasi scambisti', che dal 10 al 23 giugno ha tappezzato ogni angolo di Roma con cartelloni dallo slogan tanto provocatorio quanto criptico. Protagonista Popmove, Social Mobility Network che permette di trovare un'auto quando se ne ha bisogno e condividere la propria quando non...

  • Crisi diesel: a rischio 150mila posti
    21 giugno 2019 - Preoccupata del continuo calo delle vendite dei modelli diesel, Bosch lancia l'allarme, attraverso Gerhard Dambach, amministratore delegato di Bosch Italia, sulle conseguenze che potrebbero derivare da una perdurante crisi commerciale di questa tecnologia che, dati scientifici alla mano, è oggi la più pulita in rapporto ai costi per l'utenza...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK