Targhe portabili: forse è la volta buona

Il governo vuole finalmente chiudere il percorso della portabilità della targa delle automobili, che rimarrà la stessa anche quando si cambia il proprio veicolo. Secondo le anticipazioni del Sole 24 Ore infatti, il ministro dei Trasporti Toninelli avrebbe approntato uno schema di regolamento in materia da presentare al prossimo consiglio dei ministri: si prevedrebbe la targa personale per i 15 anni successivi all'acquisto di un'auto, anche nel caso in cui si dovesse cambiare poi nuovamente autovettura.

Con un risparmio di 41,78 euro, ovvero il costo di acquisto della targa stessa, mentre gli altri oneri (dal bollo alla motorizzazione) resterebbero immutati. È il caso di ricordare che in teoria, la targa personale in Italia esiste già da quasi un decennio, ovvero dalla riforma del Codice della Strada del 2010 che all'articolo 100 del testo del 1992 aggiungeva il comma 3 bis.

Quest'ultimo prevede che le targhe di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi "non possono essere abbinate contemporaneamente a più di un veicolo e sono trattenute dal titolare in caso di trasferimento di proprietà, costituzione di usufrutto, stipulazione di locazione con facoltà di acquisto, esportazione all'estero e cessazione o sospensione dalla circolazione". Da allora non se ne è comunque fatto niente, in attesa di un regolamento attuativo che non è mai arrivato. Chissà che questa volta non sia quella buona. Staremo a vedere.



  • Revisioni, primo semestre stabile
    21 settembre 2019 - Sostanzialmente stabile il costo sostenuto dagli italiani nel primo semestre per far revisionare il proprio veicolo: 504,4 milioni di euro complessivi, lo 0,3 per cento in più dei 502,9 spesi nello stesso periodo dell'anno scorso. Secondo l'Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei...

  • Mercato Europa: ad agosto pesante calo
    18 settembre 2019 - Prosegue in estate il calo del mercato Europeo dell'automobile: al piccolo rimbalzo di luglio (+1,2 per cento) segue infatti una pesante riduzione ad agosto (-8,6 per cento anche per il confronto con la forte crescita di agosto 2018 per effetto della successiva introduzione del WLTP), con una perdita netta di 84.217 unità nel bimestre. Secondo i dati...

  • RC auto mai così conveniente
    16 settembre 2019 - C'è lo zampino della scatola nera nel calo dei prezzi RC auto, calo dell'1,5 per cento nel secondo trimestre di quest'anno, rilevato dall'Ivass. Oggi il prezzo medio effettivamente pagato a livello nazionale è di 405 euro, il più basso dal 2012, da quando cioè l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private ha iniziato a monitorarne l'andamento...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK