Riforma CdS, c'è chi dice sì

Non è ancora stata completamente definita ma la riforma del codice della strada fa comunque discutere. Secondo il sondaggio condotto da AutoScout24, portale di annunci per la compravendita di auto e moto, è stata valutata nel complesso positivamente dal 56 per cento degli intervistati, mentre soltanto il 10 l'ha giudicata in modo negativo.

Convincono l'inasprimento delle sanzioni per chi utilizza dispositivi tecnologici alla guida (89 per cento), l'aumento del limite di velocità sulle autostrade a tre corsie fino a 150 km/h (82), i parcheggi 'rosa' per le donne in gravidanza (80 per cento i favorevoli ma si segnala un 14 per cento di contrari perché i soliti 'furbi' ne approfitterebbero come avviene per altri parcheggi riservati), la regolamentazione dell'utilizzo di strumenti di micro-mobilità come monopattini e skateboard (55 per cento).

Perplessità, invece, emergono rispetto al divieto di fumare in auto (ha detto sì il 61 per cento del campione ma sale a 30 la quota di chi non vuole rinunciare alle proprie abitudini), e alla possibilità di far circolare le bici contromano nei centri abitati, dove il limite di velocità è di 30 all'ora (per oltre la metà dei detrattori, infatti, i ciclisti devono rispettare le regole del codice della strada come gli automobilisti, mentre per il 29 per cento il rischio è comunque troppo alto).

  • Revisioni, primo semestre stabile
    21 settembre 2019 - Sostanzialmente stabile il costo sostenuto dagli italiani nel primo semestre per far revisionare il proprio veicolo: 504,4 milioni di euro complessivi, lo 0,3 per cento in più dei 502,9 spesi nello stesso periodo dell'anno scorso. Secondo l'Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei...

  • Mercato Europa: ad agosto pesante calo
    18 settembre 2019 - Prosegue in estate il calo del mercato Europeo dell'automobile: al piccolo rimbalzo di luglio (+1,2 per cento) segue infatti una pesante riduzione ad agosto (-8,6 per cento anche per il confronto con la forte crescita di agosto 2018 per effetto della successiva introduzione del WLTP), con una perdita netta di 84.217 unità nel bimestre. Secondo i dati...

  • RC auto mai così conveniente
    16 settembre 2019 - C'è lo zampino della scatola nera nel calo dei prezzi RC auto, calo dell'1,5 per cento nel secondo trimestre di quest'anno, rilevato dall'Ivass. Oggi il prezzo medio effettivamente pagato a livello nazionale è di 405 euro, il più basso dal 2012, da quando cioè l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private ha iniziato a monitorarne l'andamento...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK