Riforma CdS, c'è chi dice sì

Non è ancora stata completamente definita ma la riforma del codice della strada fa comunque discutere. Secondo il sondaggio condotto da AutoScout24, portale di annunci per la compravendita di auto e moto, è stata valutata nel complesso positivamente dal 56 per cento degli intervistati, mentre soltanto il 10 l'ha giudicata in modo negativo.

Convincono l'inasprimento delle sanzioni per chi utilizza dispositivi tecnologici alla guida (89 per cento), l'aumento del limite di velocità sulle autostrade a tre corsie fino a 150 km/h (82), i parcheggi 'rosa' per le donne in gravidanza (80 per cento i favorevoli ma si segnala un 14 per cento di contrari perché i soliti 'furbi' ne approfitterebbero come avviene per altri parcheggi riservati), la regolamentazione dell'utilizzo di strumenti di micro-mobilità come monopattini e skateboard (55 per cento).

Perplessità, invece, emergono rispetto al divieto di fumare in auto (ha detto sì il 61 per cento del campione ma sale a 30 la quota di chi non vuole rinunciare alle proprie abitudini), e alla possibilità di far circolare le bici contromano nei centri abitati, dove il limite di velocità è di 30 all'ora (per oltre la metà dei detrattori, infatti, i ciclisti devono rispettare le regole del codice della strada come gli automobilisti, mentre per il 29 per cento il rischio è comunque troppo alto).

  • Sostenibilità: il giro delle Alpi è “elettrico”
    26 giugno 2019 - Scatterà il prossimo 4 luglio da Cogne, in Valle d'Aosta, e si concluderà il 10 luglio a Bled, in Slovenia, la prima edizione dell'Alpine Pearls E-Tour, una sorta di "Mille Miglia" riservata alle auto elettriche. Saranno impegnate sette auto (Nissan, Renault, Tesla, Bmw e Jaguar) completamente elettriche che percorreranno un tragitto che unirà...

  • Popmove, cercasi scambisti
    24 giugno 2019 - Svelata la misteriosa campagna di lancio 'Cercasi scambisti', che dal 10 al 23 giugno ha tappezzato ogni angolo di Roma con cartelloni dallo slogan tanto provocatorio quanto criptico. Protagonista Popmove, Social Mobility Network che permette di trovare un'auto quando se ne ha bisogno e condividere la propria quando non...

  • Crisi diesel: a rischio 150mila posti
    21 giugno 2019 - Preoccupata del continuo calo delle vendite dei modelli diesel, Bosch lancia l'allarme, attraverso Gerhard Dambach, amministratore delegato di Bosch Italia, sulle conseguenze che potrebbero derivare da una perdurante crisi commerciale di questa tecnologia che, dati scientifici alla mano, è oggi la più pulita in rapporto ai costi per l'utenza...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK