Recupero veicoli, si può fare di più

Italia ultima tra i maggiori Paesi UE per tasso di recupero dei veicoli fuori uso. Uno studio dell'Osservatorio Autopromotec su dati Eurostat del 2016, rivela che ogni anno 'solo' l'82,6 per cento dei rifiuti prodotti dai veicoli giunti al termine del loro ciclo di vita - rottami ferrosi e metallici, marmitte, vetri, plastiche, batterie... - viene trattato in maniera ecocompatibile attraverso operazioni di reimpiego, riciclaggio e recupero energetico. Percentuale che ci colloca parecchi punti dietro la Germania (prima della top five con un tasso di recupero del 98 per cento), la Francia (94,8), la Spagna (93,4) e il Regno Unito (92,2 per cento).

La Direttiva europea 2000/53/CE obbliga gli Stati membri a recuperare almeno il 95 per cento del peso di ogni veicolo fuori uso (l'85 per cento è destinato al riciclo, il 10 al recupero di energia, il 5 allo smaltimento in discarica). Con l'82,5 per cento avviato al riciclo l'Italia è quasi in linea con il target dell'85, è invece rimasta molto indietro sul fronte del recupero di energia (soltanto lo 0,1 per cento contro il 10 del target), un ritardo che la allontana di molto dai risultati ottenuti dagli altri grandi mercati automobilistici dell'UE.

Il tema dell'economia circolare nel settore automotive - cioè quel tipo di produzione sostenibile che fa del reimpiego, riciclo, recupero e ridistribuzione dei beni il suo obiettivo principale nell'ottica della maggiore riduzione possibile di ciò che diventa un rifiuto - sarà al centro dei programmi convegnistici della 28esima edizione di Autopromotec, a Bologna Fiere dal 22 al 26 maggio.

  • Revisioni, primo semestre stabile
    21 settembre 2019 - Sostanzialmente stabile il costo sostenuto dagli italiani nel primo semestre per far revisionare il proprio veicolo: 504,4 milioni di euro complessivi, lo 0,3 per cento in più dei 502,9 spesi nello stesso periodo dell'anno scorso. Secondo l'Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei...

  • Mercato Europa: ad agosto pesante calo
    18 settembre 2019 - Prosegue in estate il calo del mercato Europeo dell'automobile: al piccolo rimbalzo di luglio (+1,2 per cento) segue infatti una pesante riduzione ad agosto (-8,6 per cento anche per il confronto con la forte crescita di agosto 2018 per effetto della successiva introduzione del WLTP), con una perdita netta di 84.217 unità nel bimestre. Secondo i dati...

  • RC auto mai così conveniente
    16 settembre 2019 - C'è lo zampino della scatola nera nel calo dei prezzi RC auto, calo dell'1,5 per cento nel secondo trimestre di quest'anno, rilevato dall'Ivass. Oggi il prezzo medio effettivamente pagato a livello nazionale è di 405 euro, il più basso dal 2012, da quando cioè l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private ha iniziato a monitorarne l'andamento...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK