Mercato: bene dicembre ma non basta

Finalmente il segno positivo dopo tre mesi giù: a dicembre il mercato auto ha chiuso a quota 124.078 immatricolazioni, l'1,96 per cento in più rispetto alle 121.689 dell'ultimo mese del 2017. Il lieve recupero di dicembre, comunque, non modifica il bilancio negativo dell'anno: 1.910.025 nuove targhe contro il 1.971.345 dell'anno prima (-3,11 per cento).

Male FCA, che archivia le vendite del 2018 in calo del 10,41 per cento: 499.546 immatricolazioni contro le 557.607 del periodo gennaio-dicembre 2017. A dicembre, in particolare, ha perso più di un punto percentuale; le consegne sono state 31.648, 353 meno delle 32.001 del dicembre 2017.

Secondo il Centro Studi Promotor, la battuta d'arresto del mercato auto italiano ha diverse cause: alcuni costruttori hanno decelerato sui chilometri zero, dal 1° settembre è stato introdotto il nuovo sistema europeo di omologazione WLTP e, soprattutto, l'economia italiana ha progressivamente rallentato. La crescita del Pil, che nell'ultimo trimestre del 2016 e nel primo del 2017 aveva fatto registrare incrementi congiunturali dello 0,5 per cento, si è infatti via via ridotta fino al calo dello 0,1 nel terzo trimestre 2018 (peggioramento atteso anche nel quarto). 

Non stupisce dunque che la rilevazione mensile sul sentiment degli operatori auto condotta dal Centro Studi Promotor dica che l'11 per cento degli interpellati si attende una crescita della domanda, mentre il 52 ipotizza stabilità e ben il 37 per cento si aspetta una frenata.

  • Revisioni, primo semestre stabile
    21 settembre 2019 - Sostanzialmente stabile il costo sostenuto dagli italiani nel primo semestre per far revisionare il proprio veicolo: 504,4 milioni di euro complessivi, lo 0,3 per cento in più dei 502,9 spesi nello stesso periodo dell'anno scorso. Secondo l'Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei...

  • Mercato Europa: ad agosto pesante calo
    18 settembre 2019 - Prosegue in estate il calo del mercato Europeo dell'automobile: al piccolo rimbalzo di luglio (+1,2 per cento) segue infatti una pesante riduzione ad agosto (-8,6 per cento anche per il confronto con la forte crescita di agosto 2018 per effetto della successiva introduzione del WLTP), con una perdita netta di 84.217 unità nel bimestre. Secondo i dati...

  • RC auto mai così conveniente
    16 settembre 2019 - C'è lo zampino della scatola nera nel calo dei prezzi RC auto, calo dell'1,5 per cento nel secondo trimestre di quest'anno, rilevato dall'Ivass. Oggi il prezzo medio effettivamente pagato a livello nazionale è di 405 euro, il più basso dal 2012, da quando cioè l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private ha iniziato a monitorarne l'andamento...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK