Finanziamenti auto: maxi-multa dell’Antitrust

L'Antitrust italiana ha inflitto un durissimo colpo alle case automobilistiche e più specificatamente alle società finanziarie ad esse legate che si occupano notoriamente di fornire prestiti a chi voglia acquistare un'auto nuova. L'Autorità per la concorrenza e il mercato ha comminato infatti alle finanziarie in questione una multa da ben 678 milioni di euro, una delle sanzioni più alte mai decretate dalla nostra Antitrust.

La ragione è che questa sorta di banche legate ai marchi automobilistici avrebbero architettato un'intesa, quella che tecnicamente si definisce cartello, per controllare e gestire di comune accordo il mercato dei finanziamenti ai clienti. Un'intesa illecita che, secondo le risultanze dell'indagine dell'Antitrust, si è sviluppata addirittura tra il 2003 e il 2017 e che, come scrive l'autorità stessa, è stata "funzionale ad alterare le dinamiche concorrenziali nel mercato della vendita di automobili dei gruppi di appartenenza" attraverso finanziamenti erogati appunto da quelle che tecnicamente vengono definite  "captive banks".

E se vi state chiedendo se il finanziamento che avete preso in questi anni per acquistare la vostra auto nuova abbia subito gli effetti perversi di questo cartello illegale, bene, mettetevi l'anima in pace: al 99% la risposta è sì. E questo per il semplice fatto che il cartello smascherato dall'Antitrust coinvolgeva sostanzialmente tutti i grandi gruppi automobilistici. A scanso di equivoci però ecco di seguito l'elenco completo di tutte le finanziarie o captive banks multate dall'Autoritrà per la concorrenza e il mercato.

Banca PSA Italia, Banque PSA Finance, Santander Consumer Bank, BMW Bank, BMW, Daimler, Merceds Benz Financial Services Italia, FCA Bank, FCA Italy, CA Consumer Finance, FCE Bank Plc., Ford Motor Company, General Motor Financial Italia, General Motors Company, RCI Banque, Renault S.A., Toyota Financial Services Plc., Toyota Motor Corporation, Volkswagen Bank GmbH, Volkswagen AG., nonché le associazioni di categoria Assofin ed Assilea.



  • Revisioni, primo semestre stabile
    21 settembre 2019 - Sostanzialmente stabile il costo sostenuto dagli italiani nel primo semestre per far revisionare il proprio veicolo: 504,4 milioni di euro complessivi, lo 0,3 per cento in più dei 502,9 spesi nello stesso periodo dell'anno scorso. Secondo l'Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei...

  • Mercato Europa: ad agosto pesante calo
    18 settembre 2019 - Prosegue in estate il calo del mercato Europeo dell'automobile: al piccolo rimbalzo di luglio (+1,2 per cento) segue infatti una pesante riduzione ad agosto (-8,6 per cento anche per il confronto con la forte crescita di agosto 2018 per effetto della successiva introduzione del WLTP), con una perdita netta di 84.217 unità nel bimestre. Secondo i dati...

  • RC auto mai così conveniente
    16 settembre 2019 - C'è lo zampino della scatola nera nel calo dei prezzi RC auto, calo dell'1,5 per cento nel secondo trimestre di quest'anno, rilevato dall'Ivass. Oggi il prezzo medio effettivamente pagato a livello nazionale è di 405 euro, il più basso dal 2012, da quando cioè l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private ha iniziato a monitorarne l'andamento...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK