Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?

La demonizzazione del Diesel ha avuto tra i suoi effetti quello di creare confusione tra gli italiani che si apprestano a sostituire la propria auto. Lo rivela l'indagine Doxa 'Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?' presentata all'evento milanese Forum Automotive. Secondo lo studio a risposta multipla, il 71 per cento non si sente più sicuro ad acquistare un'auto a gasolio perché teme i blocchi imposti dai Comuni, il 68 per cento ha paura che le principali Case automobilistiche possano bloccarne a breve la produzione (per il 58 per cento addirittura nel giro di un paio d'anni).

"Ai guidatori", ha commentato Barbara Galli, Business Executive Manager Doxa, "serve una guida. Ci troviamo di fronte a cittadini affamati di rassicurazioni, che si rivolgono a tutte le fonti possibili - web e social in primis - per raccogliere elementi su cui fondare le proprie decisioni. Se il 52 per cento degli italiani dichiara esplicitamente di sentirsi disorientato, il 70 sostiene di avere bisogno di più informazioni di quelle che possiede per fare la scelta giusta dell'alimentazione".

Non sorprende che "il 29 per cento degli italiani alle prese con l'acquisto dell'auto, per 'limitare i danni' punti sulle ibride". Al netto di timori più o meno giustificati, "per il 69 per cento degli interpellati comprare un'auto Diesel può ancora essere un'ottima scelta per chi macina chilometri. Solo il 16 per cento dichiara di sentirsi completamente sicuro della propria decisione in relazione al livello di inquinamento prodotto per i motori Diesel e benzina (rispettivamente il 19 e il 20 per cento sul valore di rivendita dell'auto)". Aumentano, inoltre, i dubbi sulla possibilità di sopravvivenza persino dei Diesel di nuova generazione, "nonostante uno zoccolo duro del 13 per cento di italiani sia ancora fermamente convinto che continueranno a circolare per lungo tempo".

L'analisi delle ricerche compiute su Google rivela un trend in forte crescita per quanto riguarda ibrido ed elettrico, con picchi in corrispondenza agli annunci di possibili dismissione del Diesel o a blocchi della circolazione. Le 45.000 interazioni nell'ultimo anno sul Diesel, raccontano di cittadini coinvolti in e da discussioni sul dieselgate che non accennano ad esaurirsi.

  • Revisioni, primo semestre stabile
    21 settembre 2019 - Sostanzialmente stabile il costo sostenuto dagli italiani nel primo semestre per far revisionare il proprio veicolo: 504,4 milioni di euro complessivi, lo 0,3 per cento in più dei 502,9 spesi nello stesso periodo dell'anno scorso. Secondo l'Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei...

  • Mercato Europa: ad agosto pesante calo
    18 settembre 2019 - Prosegue in estate il calo del mercato Europeo dell'automobile: al piccolo rimbalzo di luglio (+1,2 per cento) segue infatti una pesante riduzione ad agosto (-8,6 per cento anche per il confronto con la forte crescita di agosto 2018 per effetto della successiva introduzione del WLTP), con una perdita netta di 84.217 unità nel bimestre. Secondo i dati...

  • RC auto mai così conveniente
    16 settembre 2019 - C'è lo zampino della scatola nera nel calo dei prezzi RC auto, calo dell'1,5 per cento nel secondo trimestre di quest'anno, rilevato dall'Ivass. Oggi il prezzo medio effettivamente pagato a livello nazionale è di 405 euro, il più basso dal 2012, da quando cioè l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private ha iniziato a monitorarne l'andamento...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK