L'elettrica Jaguar Auto dell'Anno 2019

Ha vinto allo spareggio, con il maggior numero di preferenze assolute, il suv elettrico Jaguar i-Pace, che è quindi Car of the Year 2019. A contendergli il primo posto nella competizione che vede una giuria di 60 giornalisti dell'auto provenienti da 23 Paesi europei votare l'automobile dal design più accattivante, la berlinetta sportiva Alpine A110 del Gruppo Renault.

Con 247 punti, tre meno del suv, è salita sul gradino più basso del podio Kia Ceed. Al quarto posto si è classificata Ford Focus (235 voti), al quinto Citroën C5 Aircross (210), al sesto Peugeot 508 (192), al settimo Mercedes Classe A (116).

Ricordiamo che il premio Car of the Year è organizzato da sette top periodici in Europa: Auto in Italia, Autocar in Gran Bretagna, Autopista in Spagna, Autovisie in Olanda, L'Automobile Magazine in Francia, Stern in Germania, e Vi Blaegare in Svezia. La cerimonia, che si è svolta alla vigilia dell'89esima edizione del Salone di Ginevra (7-17 marzo), consacra quindi l'auto elettrica come alternativa al 100 per 100 competitiva. Al tempo stesso, la filosofia di guida tutta curve e odore di benzina, principio che Alpine A110 fa suo, riacquista credito per la gioia dei puristi.

Nel 2018, aveva vinto la palma di Car of the Year Volvo XC 40.

  • Sostenibilità: il giro delle Alpi è “elettrico”
    26 giugno 2019 - Scatterà il prossimo 4 luglio da Cogne, in Valle d'Aosta, e si concluderà il 10 luglio a Bled, in Slovenia, la prima edizione dell'Alpine Pearls E-Tour, una sorta di "Mille Miglia" riservata alle auto elettriche. Saranno impegnate sette auto (Nissan, Renault, Tesla, Bmw e Jaguar) completamente elettriche che percorreranno un tragitto che unirà...

  • Popmove, cercasi scambisti
    24 giugno 2019 - Svelata la misteriosa campagna di lancio 'Cercasi scambisti', che dal 10 al 23 giugno ha tappezzato ogni angolo di Roma con cartelloni dallo slogan tanto provocatorio quanto criptico. Protagonista Popmove, Social Mobility Network che permette di trovare un'auto quando se ne ha bisogno e condividere la propria quando non...

  • Crisi diesel: a rischio 150mila posti
    21 giugno 2019 - Preoccupata del continuo calo delle vendite dei modelli diesel, Bosch lancia l'allarme, attraverso Gerhard Dambach, amministratore delegato di Bosch Italia, sulle conseguenze che potrebbero derivare da una perdurante crisi commerciale di questa tecnologia che, dati scientifici alla mano, è oggi la più pulita in rapporto ai costi per l'utenza...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK