Autovelox: decreto contro uso “selvaggio”

Un decreto per un "uso corretto e trasparente di autovelox e proventi delle multe". Lo chiede al governo la commissione Trasporti della Camera che, sulla questione, ha votato all'unanimità la risoluzione presentata dal deputato di Forza Italia, Simone Baldelli. Si impegna così l'esecutivo "ad inviare entro il 31 maggio" il provvedimento "ai fini della convocazione della Conferenza Stato-Città ed autonomie locali".

Un passaggio per sottoporre il testo ai territori e arrivare ad "una tempestiva emanazione" dopo, si legge nella risoluzione, "nove anni" di attesa. Una lacuna lamenta Fi per cui "si assiste spesso all'utilizzo distorto e vessatorio dei dispositivi di rilevazione a distanza" mentre, sull'uso dei proventi "si rileva che, meno di 300 Comuni su 8.000 rispettano la legge, senza sanzioni per gli enti inadempienti che, malgrado l'obbligo di legge, non presentano la relazione" telematica, da trasmettere annualmente al ministero.



  • Revisioni, primo semestre stabile
    21 settembre 2019 - Sostanzialmente stabile il costo sostenuto dagli italiani nel primo semestre per far revisionare il proprio veicolo: 504,4 milioni di euro complessivi, lo 0,3 per cento in più dei 502,9 spesi nello stesso periodo dell'anno scorso. Secondo l'Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei...

  • Mercato Europa: ad agosto pesante calo
    18 settembre 2019 - Prosegue in estate il calo del mercato Europeo dell'automobile: al piccolo rimbalzo di luglio (+1,2 per cento) segue infatti una pesante riduzione ad agosto (-8,6 per cento anche per il confronto con la forte crescita di agosto 2018 per effetto della successiva introduzione del WLTP), con una perdita netta di 84.217 unità nel bimestre. Secondo i dati...

  • RC auto mai così conveniente
    16 settembre 2019 - C'è lo zampino della scatola nera nel calo dei prezzi RC auto, calo dell'1,5 per cento nel secondo trimestre di quest'anno, rilevato dall'Ivass. Oggi il prezzo medio effettivamente pagato a livello nazionale è di 405 euro, il più basso dal 2012, da quando cioè l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private ha iniziato a monitorarne l'andamento...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK