Più tecnologia, più assunzioni

Aumenta il numero di robot ma aumenta anche quello delle persone occupate. La buona notizia, che placa l'ansia da perdita di posti 'per colpa' della tecnologia, arriva da uno studio di Bloomberg Intelligence: su 13 produttori auto con più di 100mila addetti, ben 11 hanno incrementato la forza lavoro rispetto al 2013, per un totale di 3,1 milioni di addetti in più (+11 per cento). I due che non hanno fatto assunzioni sono Nissan e General Motors (quest'ultimo, anzi, ha ridotto il personale di quasi il 20 per cento), ma non a causa dei maggiori investimenti in industria 4.0, piuttosto per le scarse vendite che hanno segnato soprattutto il 2017.

La classifica degli occupati vede Volkswagen al primo posto, con oltre 640mila dipendenti di cui 70mila assunti nell'ultimo quinquennio (+12 per cento). Seguono Toyota, Daimler, FCA, Honda, Ford, BYD, Renault, SAIC, GM, Dongfeng, Nissan e BMW.

Le aziende sanno bene che i settori dove maggiormente bisogna spendere risorse - anche in previsione dell'aumento della domanda di auto elettriche, autonome e connesse - sono quelli del software, della ricerca, dello sviluppo e innovazione, della gestione dei dati. Motivo per cui le società vanno a caccia di figure professionali particolarmente competenti proprio in questi nuovi settori ad alto tasso di crescita.
Emblematico il caso della Cina, dove giganti del calibro di SAIC Motor, Dongfeng Motor Group e BYD, in cinque anni hanno aumentato il proprio personale anche del 24 per cento.

  • Italiani: “auto e buoi dei paesi tuoi”
    18 gennaio 2019 - Gli italiani risultano legati al Made in Italy per la scelta della prima auto: è quanto emerge dall'ultima indagine di automobile.it, piattaforma di compravendita di auto usate di proprietà del gruppo eBay. E ci sono differenza tra uomini e donne sulla tempistica degli acquisti. La ricerca, realizzata su un campione di 1.000 intervistati...

  • Carpooling, che passione!
    16 gennaio 2019 - Fare il tragitto casa-lavoro con colleghi e dipendenti di aziende limitrofe, lasciando a casa la propria auto quando non si è 'di turno' alla guida, ha permesso di togliere dalle strade 116.569 auto e di risparmiare 3.120.385 chilometri, un dato cresciuto dell'82 per cento nel 2018 rispetto al 2017. Ne hanno beneficiato, ovviamente, sia il portafoglio...

  • Veicoli commerciali: 2018 con segno meno
    14 gennaio 2018 - Dopo un primo semestre con vendite allineate a quelle del 2017 e un forte peggioramento a partire da settembre, complice una non completa disponibilità di prodotti rispondenti alle nuove norme di omologazione, entrate in vigore il 1° settembre per gli autocarri di fascia di peso più bassa, i veicoli commerciali chiudono l'anno 2018 con una flessione...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK