Mercato, battuta d'arresto a febbraio

L'effetto elezioni si fa sentire sul mercato auto: a febbraio sono state immatricolate in Italia 181.734 vetture, l'1,42 per cento in flessione rispetto allo stesso mese dell'anno prima. Va anche detto che c'è stato un giorno lavorato in meno, che vale circa il 4,5 per cento, e quindi il risultato è in linea con quello di gennaio che si è chiuso con un incremento su gennaio 2017 del 3,36 per cento.

Il Centro Studi Promotor rileva comunque una tendenza alla frenata, rispetto al trend positivo che ha caratterizzato il mercato per tutto il 2017, riconducibile a tre fattori: la decisione di alcune Case di non fare ricorso ai chilometri zero; il normale rallentamento dopo tre anni di crescita consistente (del 16 per cento sia nel 2015 che nel 2016 e dell'8 nel 2017), anche nel quadro di una prosecuzione del recupero delle vendite fino al livello fisiologico di 2.200.000 immatricolazioni atteso per l'anno prossimo.

Il terzo fattore è quello cui si accennava in apertura: 'l'effetto elezioni' che, da sempre, nel nostro Paese inibisce l'acquisto di beni di consumo durevoli. Dall'inchiesta congiunturale condotta dal Centro Studi Promotor a fine febbraio emerge infatti che il principale ostacolo alle vendite percepito oggi dai concessionari è proprio la situazione politica. Non giovano alla domanda nemmeno dichiarazioni estemporanee su possibili blocchi del traffico per determinati tipi di autovetture, anche se nel febbraio scorso la quota del diesel sulle immatricolazioni è ancora aumentata, passando dal 55,2 per cento di gennaio al 56,3.

  • Mercato Europa: il 2019 parte male
    15 febbraio 2019 - Dopo un 2018 in linea con l'anno precedente, in Europa (28+Efta) il trend appare peggiorare in questo inizio d'anno, visti i risultati del mese di gennaio che, secondo i dati diffusi dall'Acea, l'Associazione dei costruttori europei, fa registrare una contrazione delle vendite del 4,6 per cento nel mese con 1.226.446 autovetture nuove contro...

  • Riparazione, costi in linea con l'inflazione
    13 febbraio 2019 - Nel 2018 il prezzo delle auto in Italia è aumentato più dell'inflazione. Lo rileva il Centro Studi Promotor sulla base degli indici nazionali Istat. A fronte di un incremento del livello generale dei prezzi al consumo dell'1,2 per cento, quelli delle automobili nuove sono aumentati dell'1,89, e questo per l'effetto dell'incremento del 2,04 per cento per...

  • Ecco dove si progetterà l’auto del futuro
    11 febbraio 2019 - Formare una nuova generazione di esperti dell'automotive in grado di affrontare la sfida del momento: progettare e sviluppare sistemi intelligenti per veicoli connessi e autonomi. Con questo obiettivo nasce il Master universitario di secondo livello in Autonomous Driving and Enabling Technologies (ADBoT) su iniziativa delle Università...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK