Daimler, maxi-richiamo in Europa

La casa automobilistica Daimler dovrà al più presto provvedere al richiamo di 690mila veicoli diesel in tutta Europa, di cui 280mila in Germania, come già annunciato a metà giugno dal ministro dei trasporti tedesco, Andreas Scheuer. La conferma arriva da un portavoce del ministero dei trasporti. I veicoli dovranno essere richiamati per un dispositivo di controllo dei gas di scarico non conforme alla legge.

Dopo l'annuncio di giugno, Daimler aveva reso noto che avrebbe collaborato con le autorità, ma poi, come nel caso del minivan Vito, ha fatto ricorso contro la disposizione della motorizzazione tedesca (Kba). Sulla lista, accanto al minivan Vito, ci sono ora le varianti C-, E-, e la classe S, e i Suv GLC, GLE e GLS, ha reso noto il ministero. La casa di Stoccarda ci ha tenuto comunque a precisare che il dispositivo utilizzato non sarebbe illegale.



  • Giro d'Italia in... elettrico
    23 marzo 2019 - Hanno percorso 1.250 chilometri lungo le direttrici Roma-Milano e Torino-Venezia le due Volkswagen e-Golf protagoniste del Giro d'Italia in elettrico promosso da LeasePlan in collaborazione con Repower e Volkswagen. Non si è trattato di una gara ma di un viaggio, dal 25 al 28 febbraio, per dimostrare che la mobilità a emissioni zero...

  • Fusione Psa-Fca: rumors scatenano la Borsa
    20 marzo 2019 - La famiglia Peugeot è pronta a sostenere Psa in eventuali operazioni di acquisizione che potrebbero coinvolgere anche Fca. A rilanciare i rumors su una possibile alleanza, dopo quelli circolati al Salone dell'Auto di Ginevra, è Robert Peugeot: intervistato da Les Echos, l'amministratore delegato della holding di famiglia si dice appunto...

  • Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?
    18 marzo 2019 - La demonizzazione del Diesel ha avuto tra i suoi effetti quello di creare confusione tra gli italiani che si apprestano a sostituire la propria auto. Lo rivela l'indagine Doxa 'Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?' presentata all'evento milanese Forum Automotive. Secondo lo studio a risposta multipla, il 71 per cento non si sente...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK