Ecco l’algoritmo per l’usato sicuro!

È nata a Torino Airvo, l'Associazione italiana rivenditori veicoli d'occasione. E il suo primo obiettivo è la divulgazione di uno strumento in grado di dare un'indicazione oggettiva sullo stato di salute di un'auto usata.

Si tratta di un'applicazione basata su un algoritmo, messo a punto dalla società torinese Movi con il Dipartimento di Ingegneria gestionale e della produzione del Politecnico di Torino, in grado di indicare la percentuale di vita residua di un veicolo usato attraverso un calcolo che tiene conto dell'utilizzo pregresso del mezzo, dell'età , dei chilometri percorsi, del prezzo di listino del nuovo e del prezzo di vendita dell'usato.

L'obiettivo, spiegano gli ideatori dell'algoritmo, è impedire ai rivenditori scorretti di fregare i consumatori ma anche di tutelare chi acquista un'auto usata. Tra l'altro già due multinazionali, Fca Bank attraverso Lysis e Ald Automotive del gruppo Société Générale, utilizzano questo strumento.

È solo il caso di ricordare che il mercato dei veicoli usati in Italia genera, secondo i dati Unrae, un giro d'affari annuo di 34 miliardi di euro contro i 41,5 di quello delle vetture nuove. Nel solo 2017 inoltre sono stati registrati 2,8 milioni di passaggi di proprietà di auto con un incremento del 4,5 per cento rispetto al 2016.



  • Italiani: “auto e buoi dei paesi tuoi”
    18 gennaio 2019 - Gli italiani risultano legati al Made in Italy per la scelta della prima auto: è quanto emerge dall'ultima indagine di automobile.it, piattaforma di compravendita di auto usate di proprietà del gruppo eBay. E ci sono differenza tra uomini e donne sulla tempistica degli acquisti. La ricerca, realizzata su un campione di 1.000 intervistati...

  • Carpooling, che passione!
    16 gennaio 2019 - Fare il tragitto casa-lavoro con colleghi e dipendenti di aziende limitrofe, lasciando a casa la propria auto quando non si è 'di turno' alla guida, ha permesso di togliere dalle strade 116.569 auto e di risparmiare 3.120.385 chilometri, un dato cresciuto dell'82 per cento nel 2018 rispetto al 2017. Ne hanno beneficiato, ovviamente, sia il portafoglio...

  • Veicoli commerciali: 2018 con segno meno
    14 gennaio 2018 - Dopo un primo semestre con vendite allineate a quelle del 2017 e un forte peggioramento a partire da settembre, complice una non completa disponibilità di prodotti rispondenti alle nuove norme di omologazione, entrate in vigore il 1° settembre per gli autocarri di fascia di peso più bassa, i veicoli commerciali chiudono l'anno 2018 con una flessione...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK